Video

Loading...

martedì 3 gennaio 2017

LETTERA APERTA AL GIORNALISTA MICHELE GIULIANO






Caro Michele Giuliano, ieri l’altro su QL News scrivevi un pezzo dal titolo “Il 2016 da dimenticare per Partinico:sindaco ricattato e perenne emergenza rifiuti”. E tu ,giustamente riferivi che il 2017 non sarà un anno facile nel caso di dimissioni anticipate di Lo Biundo mentre io sostengo che piu’ che dimissioni si tratta di una vera e propria fuga dalle responsabilità esattamente come ebbe a fare quel codardo di Schettino che abbandonava la nave mentre questa affondava portandosi con se sul fondo oltre 30 vittime. Qui, da noi, con la fuga anticipata di Lo Biundo le vittime sarebbero oltre 30 mila che da anni subiscono l’umiliazione di un’amministrazione comunale il cui ruolo è stato solo quello di dilapidare tutto quel che è stato possibile.E non si sono fatti mancare niente. E tu nel fare il bilancio di un anno disastroso rappresentavi la grave situazione igienico sanitaria a causa della raccolta dei rifiuti che seppur davanti ad un impegno di oltre 400 milioni di euro per sei mesi ,continuano a diffondersi in ogni dove . E non potevi tacere sulla vicenda di un Lo Biundo che davanti agli inquirenti, i quali lo avevano intercettato ,ebbe a dichiarare d’essersi prestato a dare denaro a Maniaci “ nel timore che in caso di rifiuto Maniaci potesse mandare in onda sulla “sua” emittente servizi fortemente legittimanti per me e per la mia Giunta”(Ordinanza di applicazioni di misure cautelari personali-Tribunale ordinario di Palermo).Per cui oltre a pagare ,Lo Biundo provvedeva all’assunzione in nero presso il Comune dell’amica di Maniaci. Di fronte ad una tale dichiarazione ,che suscita sconcerto ,ci chiediamo :Quali erano gli argomenti in mano a Maniaci che Lo Biundo temeva venissero mandati in onda da Tele Jato? Ma se un sindaco agisce nel suo ruolo correttamente ,quali sarebbero le ragioni del timore? Dunque Maniaci sarebbe stato , secondo Lo Biundo, in possesso di argomenti delegittimanti .Quali? Il processo in cui ,secondo noi, Lo Biundo non è soltanto vittima di Maniaci ma protagonista di “fatti delegittimanti”- che ovviamente s’intendono conoscere- dovrebbe dare una risposta ai nostri interrogativi. Intanto accade un altro fatto assai sconcertante. In un recente Consiglio comunale e quale risposta alle dichiarazioni di Gianluca Ricupati che lo inchiodava alle sue responsabilità relativamente alla vicenda Maniaci ,Lo Biundo senza provare alcuna vergogna ha avuto la spudoratezza di sostenere queste INCREDIBILI argomentazioni: avevo assunto in nero l’amica di Maniaci e lo pagavo non perché ricattato ma per spirito caritativo (sic!) perché la signora era bisognosa. In una parola ,dunque, non ricattato ma al contrario generoso pater familias .Capisci caro Michele ? Ha detto proprio cosi’:”per spirito caritativo” !Pensa tu se avesse dovuto agire alla stessa maniera con tutti i poveri ed i disoccupati della nostra città .E non pago di quanto dichiarato a sua discolpa in Consiglio , con la stessa esilarante argomentazione al magistrato che lo interrogava relativamente al suo interesse nei confronti del ristorante “Al Rifugio” (lo dicono tutti che era comproprietario)dove lui novello anfitrione addirittura serviva spesso ai tavoli ,intratteneva amici, parenti,clienti ed interessati a vario motivo ,ebbe a sostenere che si occupava del ristorante perché ,sempre con spirito caritativo, aiutava la giovane titolare divenuta orfana e dunque bisognosa di sostegno(sic!).Dunque, caro Michele, non siamo soltanto davanti ad un sindaco attento ai bisogni degli ultimi ma ad un novello padre tereso di calcutta, e non lo sapevamo, tant’è che il PD di Cracolici pare che lo debba candidare alle elezioni regionali prossime. D’altronde come potrebbe mancare dentro l’Assemblea piu’ scalcinata e corrotta d’Italia un cosi’ giovane disinteressato ed animato da fervente spirito missionario ? Vi andrebbe soltanto per convertire i 70 “ladroni” e non certo per altro come pensano i soliti comunisti che dicono sempre no, ed hanno sempre qualcosa da osservare e denunciare . Caro Michele tu hai anche scritto dell’occhiolino di Lo Biundo verso la Chiesa locale sempre per ragioni di spassionato disinteresse nei confronti soprattutto di un giovane professionista assai vicino all’ambiente religioso e di cui Lo Biundo si vorrebbe avvalere per i suoi nobili scopi . Io sulla vicenda nutro qualche ragionevole perplessità. La Chiesa di oggi non è piu’ quella che abbiamo conosciuto tempo addietro. Ma di questo ne parleremo a presto . Intanto ti invito a leggere alcuni P.S.
IL PRIMO : 07 maggio 2016-Da La Repubblica ,di CLAUDIA BRUNETTO
LO BIUNDO "Se sarò coinvolto in un'indagine o raggiunto da un avviso di garanzia sono pronto a dimettermi". Lo ha detto il sindaco di Partinico, Salvatore Lo Biundo, in apertura dell'assemblea organizzata oggi pomeriggio sul caso Maniaci nella sede del partito a Partinico. Presenti un centinaio di persone che ....
IL SECONDO sempre da La Repubblica.” Una scelta che non condividiamo – dice Carmelo Miceli (segretario provinciale del PD n.dr.)– perché mortifica quegli iscritti che non potranno contribuire con il proprio voto alla decisione su una vicenda che riguarda l’onorabilità di tutto il partito”. E Bruno(altro dirigente regionale del PD n.d.r.) : "Un amministratore locale del Pd - dice Bruno - non può subire le estorsioni senza denunciare. Dalle intercettazioni rese pubbliche e dalle stesse ammissioni degli interessati emerge un quadro politico e morale gravissimo. Ritengo che Lo Biundo e tutti coloro che hanno assecondato queste azioni siano incompatibili con i valori e la storia del Partito Democratico".
IL TERZO : Lo Biundo non si è dimesso. Miceli e Bruno tacciano, Lo Biundo continua a fare il sindaco a suo piacimento e Cracolici lo candiderà(?)
Toti Costanzo

Nessun commento: