Video

Loading...

venerdì 13 gennaio 2017

NEL RICORDO DELLA SCOMPARSA DI NINO AMATO






TRATTO DA “Dalla lotta agli inquinatori al Consorzio per il disinquinamento e riequilibrio dell’area del Partinicese”pagina 14 :” "Eravamo in pochi a Partinico a portare a fondo una battaglia contro un colosso economico che ha goduto e ancora gode di vantaggi,privilegi,protezioni,amicizie. ….Eravamo pochi ma molto determinati perché convinti che si trattava di una giusta lotta. Il giorno di Ferragosto di quell’anno nella Piazza Duomo di Partinico ad iniziare la raccolta di firme di cittadini su di una petizione popolare contro la distilleria si era in due.Con il comunista Toti Costanzo,il professore Nino Amato sindacalista della CISL e democristiano.Poi costituimmo un Comitato Popolare che cresceva nelle adesioni ogni giorno di piu’ fino diventare un vero e proprio Movimento di massa. Un Movimento che durante questa battaglia lascio’ sul campo un suo uomo, il ragioniere del Comune di Partinico GASPARE ORLANDO, vittima di una tragica disgrazia ma vittima soprattutto per avere voluto in un giorno di quell’agosto,fare il suo dovere di cittadino sensibile e disponibile alla lotta fino in fondo.Orlando fu vittima, sicuramente e anche se indirettamente, di potenti poteri economici”.Per non dimenticare Nino Amato, Gaspare Orlando, Piero Ciravolo,Gino Scasso e tutti coloro che da quell’anno ad oggi non si sono fatti piegare.
Toti Costanzo

Nessun commento: