Video

Loading...

giovedì 8 settembre 2011

VARTULICCHIU, TONY, PIETRO E CICCIO

Prima di entrare nel merito di una questione su cui intendo fermare più particolarmente l’attenzione mi voglio togliere uno sfizio ed esprimere il mio modestissimo parere  ( ovviamente per quanto questo possa valere) su di un ragionamento, a mio parere, esilarante dell’assessore Bartolo Parrino che nell’ambito di una intervista rilasciata a Tele Jato e in ragione dei rilievi manifestati da Maniaci sullo eventuale costo della pubblicità della nostra “Notte bianca” nella città di Palermo( pannelli giganti 6x3 di cui uno anche a Mondello e pannelli su alcuni autobus ) ebbe a dire:”la pubblicità della Notte bianca non è costata una sola lira al Comune di Partinico e questo lo possiamo dimostrare”.
E alla domanda di Pino Maniaci come questo possa essere accaduto la risposta dell’assessore fu lapidaria E DECISA :” Noi abbiamo permesso alla ditta Alessi di potere collocare qualche suo pannello pubblicitario a Partinico ma CON IL PAGAMENTO DI OLTRE 5 MILA EURO (esibisce qualche foglio n.d.r.) e per questo Alessi ha collocato pannelli e pubblicità sugli autobus GRATUITAMENTE”. Devo ammettere che sono rimasto abbastanza frastornato anche perché Maniaci non ebbe la immediata intuizione di sviluppare questo semplice ragionamento e trasferirlo,con immediatezza, all’attenzione di Parrino.Il ragionamento di Pino doveva essere, a mio avviso , questo:”Dunque,ragioniamo. Alessi chiede uno spazio a Partinico per collocare la sua pubblicità e l’ottiene ma dietro un normale pagamento di canone che il Comune chiede a TUTTI coloro che fanno questo mestiere .E pi’livarisi l’obbrigu a paamentu (?) Alessi gli colloca otto costosissimi pannelli 6x3 della notte bianca a Palermo e riempie di pubblicità gli autobus dell’AMAT? Ora i casi sono due :o Alessi ,partinicese ,e dunque sicuramente spertu è DIVENTATO rimbambito da quando si è trasferito a Palermo o Bartolo NON DICE LA VERITA’.E qual’è la verità? La verità è che gli imprenditori non fanno niente per niente .Dunque gli Alessi che erano sperti a Partinico e risulta che siano anche sperti a Palermo (in caso contrario non avrebbero costruito la loro importante azienda di pubblicità ) da questa amministrazione un impegno l’hanno sicuramente ricevuto. Quale? Noi possiamo solo azzardare:c’entra ,ad esempio ,zio Nino che a Palermo abita lo stesso stabile degli Alessi? E in che misura e perché .O c’entra ,ad esempio, un impegno postumo, chesso’, per l’area artigianale e il centro commerciale di là da costruire ? O cos’altro? Gentilmente ,come soleva dire Cola, c’è qualche consigliere comunale che all’Assessore Parrino vorrà porre per iscritto ,ed anche oralmente ,questi semplici, logici interrogativi e tentare di farsi dare una risposta ?

Ma andiamo a quel che mi interessava dire di più .Giorni or sono alla Provincia di Palermo abbiamo dovuto assistere ad una ennesima cerimonia dove lo sconcerto ,almeno per me, è stato di notevole dimensioni ed ampiezza. Il Presidenticchio Avanti esperto in cerimonie varie,inaugurazioni di cose assolutamente inutili (vedi l’elisoccorso che lo ha visto scendere da un elicottero come scendeva Wanda Osiris dalle scale dei teatri italiani al canto di ”Sentimental, questa notte di maggio…” ossequiato con un inchino ai limiti dell’incolumità di lingua e fronte del consigliere provinciale( si fa per dire!) Vincenzino Liolà, nonché da Vincenzone, Sal e Bart oltre altra varia, strisciante umanità) ,collocazione di spettacoli vari ai vari zuini Sindaci per lo più della sua parte politica ,consegnatore ufficiale di premi ed onorificenze varie alla faccia nostra , nipote di un Ministro indagato per mafia, con altro parente Sindaco della città di Belmonte che ha recentemente dovuto dimettersi per infiltrazioni mafiose nel suo Comune, ti consegna premi ai seguenti personaggi: al Procuratore antimafia Piero Grasso,agli ex Presidenti della Provincia Puccio e Musotto,a un  giovane di Giardinello che ha salvato la vita di una bambino.Fermiamoci qui. Dunque Piero Grasso ,procuratore antimafia,impegnato con pezzi dello stato a combattere , si presume, tutte le infiltrazioni ,i collegamenti, i rapporti tra mafia e politica non ha disdegnato ,rifiutando, un premio da un amministratore con cosi’ chiacchierata famiglia . Al suo posto io avrei detto: Non grazie! Ma ciascuno è responsabile del suo. Sorvoliamo su Musotto. Cosa dovremmo dire di lui? Che ebbe un nonno socialista e deputato che difese Danilo in Parlamento quando fu arrestato nel 1956 per “lo sciopero alla rovescia”? Oppure che é saltato da un Partito all’altro con tanta disinvoltura pur di mantenere gloria e potere? E di Pietro Puccio che a detta di Avanti veniva premiato perché “è stato il primo Presidente di centro sinistra della Provincia”? E che ci dice il Puccio per avere insieme ad un suo compare Assessore ai Lavori pubblici quando governarono per due anni , di come hanno voluto impedire non solo la realizzazione della Corleone-Partinico( 40 miliardi stanziati dalla Provincia ed appalto assegnato che avrebbe consentito di mettere in collegamento in 15 minuti l’entroterra col mare ) ma il disinquinamento dell’area del partinicese (40 miliardi della Regione siciliana ed appalto affidato ad una impresa nazionale a partecipazione statale per ripulire parte notevole del Golfo di Castellammare ,impedire l’inquinamento prodotto dagli scarichi della distilleria e di altre attività umane lungo la costa da Balestrate a Città del Mare ) e sapete perché ? Perché nei lavori pubblici a detta di cotesti politicanti di infima periferia “c’è sempre la mano della mafia!”Ma guarda un po’che scoperta ! E quando fece il Sindaco di Capaci e poi anche l’Assessore sempre ai lavori pubblici com’è che non si occupò ,tanto per fare un esempio, del disastro ambientale dovuto all’abusivismo nella sua città e lungo la costa verso Carini ed Isola su cui la mafia aveva sempre messo le mani ? Cos’è che glielo impediva ? E la mafia in questi fenomeni criminali , secondo costoro ,non c’era o se c’era dormiva?
Ma il capolavoro di Avanti fu la premiazione del giovane di Giardinello. No, non lo premiò lui ma lo fece premiare-udite,udite- da tal Antonio Rizzotto detto Tony che a Partinico alcuni ambiente collegati agli invalidi, ai ciechi ,ai sussidi, alle commissioni mediche che dispensano accompagnamenti e  pensioni di invalidità, conoscono assai bene . Rizzotto fu in anche Alleanza Nazionale ed ebbe la capacità date le sue ramificazioni territoriali ,di farsi eleggere anche deputato regionale (eletto nell’MPA nella XIV legislatura nel 2006) ma poi nel 2008  non venne più rieletto e incappò in un incidente giudiziario. Fu rinviato a giudizio,infatti,  per voto di scambio nel 2009. Poi passò ai NOI SUD ( di cui oggi è segretario provinciale) con altro campione di linearità e cioè l’ex deputato regionale costretto alle dimissioni in quanto arrestato per ragioni di mafia, Norino Fratello di Alcamo. Tony ,ovviamente non é uscito di scena, anzi. Si trova  Assessore al Turismo nella Giunta con Avanti nell'inuitile Provincia di Palermo a dispensare premi a giovani eroici  . Penso che per oggi basti ed anche Avan(z)ti

C’è qualcuno che come me pensa come  la Provincia di Palermo possa servire a qualcosa o a qualcuno che non sia frariciu e 'nquinatu?

Toti Costanzo





Nessun commento: