Video

Loading...

sabato 9 maggio 2015

CULOTTA E RIBAUDO CON LO BIUNDO E NOI CON I CENTRI SOCIALI E CON LE FORZE DELL'ORDINE


E' opinione comune che non c'é alcuna necessità di manifestare solidarietà alle Forze dell'Ordine per la ragione semplice che sono al servizio dello Stato e, dunque,dei cittadini.In linea generale é o dovrebbe essere cosi'.Ma cosi' non é sempre.E gli esempi si potrebbero sprecare.Tuttavia ci sono momenti in cui senza alcun indugio o tentennamenti bisogna manifestare loro la nostra vicinanza.Se non altro per rendere onore alle centinaia di servitori uccisi dalla malavita,dal terrorismo e sopratutto dalla mafia.E succede che la solidarietà si debba esprimere anche per altre piu' modeste,seppur significative,ragioni.E' il caso di oggi pomeriggio in piazza Duomo prima e davanti la caserma dei Carabinieri poi a Partinico ,una città nelle mani ormai da troppo tempo di un manipolo di prepotenti ed arroganti i quali pensano che TUTTI,Forze dell'Ordine comprese,debbano essere al loro servizio.Costoro pretendevano,infatti,che lunedi' 27 aprile a solidarizzare col sindaco per avere costui ricevuto un pizzino sgrammaticato con minacce e nei paraggi del Municipio anche una testa mozzata di animale(un classico 'a partinicota) e durante una seduta del Consiglio comunale fossero,insieme a cittadini,consiglieri di vario tipo,ruffiani e clienti anche il Capitano dei Carabinieri,il vice Questore della Polizia di Stato,il Comandante della Guardia di Finanza e perfino gradita la presenza del Comandante del distaccamento dei Vigili del Fuoco,dell'associazione dei Carabinieri in pensione,delle Guardie private e se fossero ancora in vita le Guardie campestri che una volta ai tempi di Cola Geraci e donn'Antonino Governanti difendevano le nostre campagne dall'incursione di saccunara, banditi ed affini,graditi pure loro .Ovviamente furono contattate per esprimere la loro vicinanza al tapino preso di mira ,la Guardia forestale di stanza a Romitello,le Capitanerie di porto di Terrasini, Balestrate,Trappeto e Castellammare del Golfo senza dimenticare la richiesta di ossequi del Presidente del Gal-Golfo di Castellammare investito pure lui di problematica responsabilità. Obbligatorie e per comprensibili,note ragioni la presenza del Comandante dei Vigili urbani pro-tempore,del Presidente della Pro Loco,di quello dell'associazione di Protezione civile e dei Boy-scout.Ovviamente i rappresentanti delle FdO- e cio' indipendentemente dalla persona che in quel momento rappresentava la Istituzione Comune subendone offesa - non hanno presenziato,non hanno solidarizzato perché il loro compito é ben altro .Ma gli arroganti che si manifestano in ogni occasione e in ragione della loro ottusità hanno inteso l'assenza come una mancanza di riguardo.Per cui approfittando della presenza in sala di un deputato per caso( nel senso che con un colpo di fortuna e in ragione della precedente legge elettorale da Marineo si é ritrovato catapultato nel Parlamento italiano) gli hanno fatto presentare una interrogazione al Ministro Alfano chiedendo,come si suole dire "surisfazione" .E temendo che Alfano non prendesse in considerazione la nota del marinese l'hanno fatta anche sottoscrivere alla piu' giovane deputata italiana,Magda Culotta,che fu sindaco di Pollina nota seguace dell'on. Cracolici,siciliano e riformista,ex comunista pentito ed ora da buon neo democristiano gestore di un gruppo di potere che ha intruppato rituffo a tinchité,poco presentabile dal punto di vista morale ma assai utile per le future strategie che gli dovranno consentire,vita natural durante, a continuare a vivere "di politica"..Per respingere questo gesto di arroganza il Gruppo "Partinico città d'Europa"ha organizzato oggi pomeriggio il sit-in di solidarieta' alle FdO. E noi,che sicuramente nutriamo tanta simpatia anche per i centri sociali,non potevamo certamente mancare.

Toti Costanzo








Nessun commento: