Video

Loading...

venerdì 16 settembre 2016

MA CHE BELLA GIORNATA!LE VARIANTI ALLA BERTOLINO TRA AFFARISTI, MERCENARI , IMBECILLI E COLLUSI

L'immagine può contenere: 4 persone , sMS







Ammesso che ci volesse una ulteriore conferma, la maschera del Sindaco Lo Biundo, della sua Giunta e dei quattordici consiglieri comunali che ieri hanno votato la variante al fine di favorire l’industriale Bertolino, è finalmente caduta.E se ancora qualche cittadino in buona fede o qualche mascalzone in perfetta mala, è convinto che la distilleria Bertolino ,mossa a pietà per i partincesi,con questa operazione trasferirà più lontano dal centro abitato i suoi impianti, cioè “delocalizzerà” da Viale dei Platani a Bosco Falconeria su di un’area trasformata da costoro da “zona verde agricolo” ad “industriale”(D.1), ha certamente bisogno: o di un bel paternale ceffone per destarsi dal letargico sonno che (incolpevole!?) lo avvolge, o di una stizzosa timpulata per la meritoria malafede. Infatti, la Bertolino, nei centosessantatremila metri quadrati della nuova area di Bosco Falconeria realizzerà un nuovo impianto industriale che non avrà niente a che fare con le “vecchie” vinacce ma che certamente “qualcosa” - a dir loro - brucerà. Cosa? Noi diciamo che è assai probabile che potrebbe bruciare rifiuti, in caso contrario, come si suole dire dalle nostre parti, non abbiamo capito niente di come gira il mondo.Ma siccome la vita ci ha insegnato molto (soprattutto quando si tratta di Bertolino & politica ed affari) è assai probabile che l’amico Crocetta per farsi perdonare la fallita istituzione a Partinico della ZFU(zona franco urbana) cui tanto speravano Lo Biundo e la sua cricca per la loro rielezione ,potrebbe compensare Partinico scegliendola quale possibile Comune dove insediare uno dei sei termovalorizzatori che ha in mente di realizzare in Sicilia.D’altronde, se tu già hai: a)un’area bella e pronta (addirittura con appropriata destinazione d’uso dove poter immediatamente insediare industrie insalubri di prima classe - e cioè la destinanda area di Bosco Falconeria);2)un’amministrazione politicamente incline all’accattonaggio ;3)un bel pezzo” di consiglio comunale accondiscendente e “arrinatu”.Allora, quale sarebbe il problema? Nessuno .Se poi quella stessa area è anche servita da ampia e favorevole viabilità ed accessi,acqua a tinchité dall’invaso Poma, un letto di fiume dove poter scaricare i reflui, ed essendo la Regione alla ricerca di siti dove piazzare i sei termovalorizzatori che il quasi rimpianto vasa-vasa aveva deciso (poi fini’ a Regina Coeli e la cosa s’affumo’) di costruire in Sicilia,per i quali Lombardo ipotetico contiguo disse no ed egli (l’antimafioso da cabaret!) dice si, perché ricercare altrove? 
MA ANDIAMO AGLI INCONTESTABILI FATTI CHE RAPPRESENTANO LA CARTINA DI TORNASOLE PER METTERE A NUDO GIOVANNI E LE SUE BANDE NERE .
Ieri mattina consiglio comunale , rapidamente convocato da abbondio.Al microfono è tutto tuo ha dichiarato :”oggi è una giornata storica perché finalmente si delocalizza la distilleria(sic!) per cui abbiamo approvato questa variante e domani POI SI VEDRA’ “.Capite sostanzialmente cosa ha detto (stesso concetto ripetuto da Lo Biundo ritornato a spaziare a microfono é tuo) :oggi noi facciamo il favore alla Bertolino approvando le varianti e poi quelli che verranno dopo se la vedranno loro.Intanto la velocità della convocazione risponde ad una precisa necessità di Lo Biundo che é quella di far concludere un doppio affare .Il primo: 16 ettari da verde agricolo a industriale.Il secondo :8 ettari da area su cui attualmente insiste la distilleria (che continua a lavorare, fumare e puzzare circondata dall’affetto e dalla benevolenza di Lo Biundo,del Comandante della PM e degli Assessori all’Ambiente e alla Salute )in edificabile con presumibile insediamento di circa 4 mila abitanti.Un affare semplicemente colossale .Ovviamente la dismissione della distilleria accadrà quando la signora lo riterrà opportuno e comunque quando non ci sarà piu’ neppure un etto di vinacce da lavorare .Ovviamente tutto questo perché Lo Biundo non perda il nuovo treno che gli passa e che è di concedere le varianti alla Bertolino dopo i treni della Poli, le strisce,l’ATO Rifiuti,i noli a caldo e a freddo, le pompe di benzina ,l’APS,l’ AMAP etc.
Lo Biundo in Consiglio interviene per dire che mai e poi mai in quell’area di Bosco saranno insediati termovalorizzatori che bruciano rifiuti, che si tratta di dicerie dei soliti comunisti che creano allarmismi ,ed altre simili amenita’.Questa dichiarazione tocca il cuore del professore Michele Chimenti il quale , giustamente,manifesta il suo apprezzamento e si permette di fare una semplice e chiara proposta: considerato che il Sindaco la pensa come noi allora inseriamo nel corpo della delibera una clausola perché in quell’area non sarà possibile costruire industrie che possano utilizzare i rifiuti. Voi dite che Lo Biundo e i suoi 13 apostoli piu' uno di riserva hanno accolto con entusiasmo la proposta di Michele Chimenti?Ma quando mai .Sonoramente bocciata .A qualche piccolo manutengolo ,agli accattoni senza arte né parte, ai tanti sepolcri imbiancati sempre pronti ad esprimere critiche feroci ( se potessero ci avrebbero messo fuori legge)nei confronti dei comunisti , agli opportunisti , a quelli che non hanno il coraggio di difendere le loro idee fino in fondo, diciamo: fino a quando a Partinico ci sarà in giro un solo comunista,la Bertolino e i suoi nuovi sostenitori politici affaristi eredi di quelli che negli anni ’80 consentirono la nascita della distilleria piu’ grande e piu’ pericolosa del mondo per la salute dei cittadini ,NON GLI RENDEREMO LA VITA FACILE. 
PS: 1)ci informano che la signora Sicula segretaria del PD di Partinico (quale?)nota ricercatrice ed esperta in tecniche della mistificazione e di bufale della specie bubalus bubalis, sarebbe anche docente in una scuola del circondario.Ovviamente manifestiamo ,con l’occasione, ampia e totale solidarietà alle famiglie e soprattutto agli alunni;
Toti Costanzo

Nessun commento: