Video

Loading...

domenica 25 settembre 2016

PANTALEO ,I SOLDI PER I LAVORATORI NO MA PER ALTRE INGIUSTIFICATE ASSUNZIONI,SI.LA STORIELLA DELLA SPAZZATRICE CHE COMPARE E SCOMPARE.



Vi ricordate la storia di quel sommergibile tedesco che durante la seconda guerra mondiale compariva,affondava le navi degli Alleati e poi s’immergeva senza che nessuno riuscisse a scovarlo? Ebbene , a proposito,vi raccontiamo una storiella.Al posto dei nazisti,Lo Biundo,Pantaleo e cricca;al posto degli Alleati noi inermi cittadini che paghiamo per l’abitazione 3,09 euro al metro quadro per un servizio di raccolta dei rifiuti semplicemente ridicolo ;al posto del sommergibile, una spazzatrice. 
Ma facciamo una breve premessa.Gli operai addetti al servizio rifiuti non percepiscono una lira da almeno 4 mesi per cui hanno giustamente ancora una volta incrociato le braccia.Tuttavia ci permettiamo ricordare loro due cose : 1)della “fistacchiuna con mangiarizzo a tinchite' "organizzata in un villino interessato per ridare nel 2013 il voto a Lo Biundo,Pantaleo e soci;2) quando gli abbiamo chiesto come Partito e Gruppo consiliare Cambiamo Partinico di sostenere la nostra lotta che tendeva alla RICOMUNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO-cioè lavoro sicuro – ne abbiamo ricevuto un assordante silenzio .Come si suole dire “coffa”.Ora accade che con la determinazione a firma del Responsabile del settore lavori pubblici del nostro Comune n.1023 del 12 agosto 2016(di cui riportiamo stralci) veniva approvato un "Capitolato Speciale di fornitura noli(sostanzialmente quasi tutti “a caldo” cioè con aggiunta di nuovo personale insieme ai 13 operai assunti “a freddo” ) automezzi per il servizio di raccolta e trasporto allo smaltimento di rifiuti solidi urbani " PER IL COSTO DI CIRCA MEZZO MILIONE DI EURO e per la durata di sei mesi i(ottobre 2016/marzo 2017).La ditta che si aggiudicherà la gara dovrà fornire ,insieme a tanti altri uomini e mezzi,una SPAZZATRICE CON RELATIVO AUTISTA "da impiegare nel centro urbano di Partinico". Ovviamente questa manovra elettorale avrà ,come abbiamo scritto, un notevole costo in piu’(di uomini e mezzi)che si aggiungerà a quel che dobbiamo pagare all’Ato PA1 per il servizio che questo dovrà continuare a dare anche al nostro Comune .E senza dimenticare i 13 milioni di euro di debiti verso la società servizi comunali integrati che gravano sul nostro groppone.Ma ritorniamo alla spazzatrice cioè al “sommergibile che compare e scompare”.Per giustificare questa discutibile gara di appalto NELLA PREMESSA della determinazione del Responsabile del Settore, si scrive:"Date atto che al Comune di Partinico sono stati assegnati (cioé restituiti dall’ATO alla nostra proprietà n.d.r.)alcuni gasoloni,due compattatori ED UNA SPAZZATRICE TUTTI IN STATO DI DISUSO...TUTTI IN STATO DI FERMO MEZZO PER DANNI E GUASTI NELLE PARTI MECCANICHE”.Dunque la spazzatrice di proprietà comunale non è funzionante tanto da giustificare l’affitto di un’altra con relativo dipendente che inizierà col 1° ottobre a gara aggiudicata .L’altro ieri mattina -ma l’abbiamo visto all’opera,ad esempio,nel giorno di celebrazione dell’ultimo consiglio comunale per onorare gli interessi della signora Bertolino-girava davanti il Muncipio una spazzatrice.Non poteva essere quella del Comune perché inutilizzabile; non poteva essere quella della nuova ditta perché ancora la gara non è stata espletata e la ditta che attualmente svolge il servizio integrativo a quello dell’ATO PA1 ha un contratto che scade al 30 settembre.E da quanto espresso sempre in premessa da parte del Responsabile del servizio questa ditta attualmente FORNISCE ancora SOLTANTO N. 3 COMPATTATORI e N.6 GASOLONI e ,dunque, non fornisce la spazzatrice.E ALLORA QUESTA SPAZZATRICE che compare e poi scompare come il sommergibile tedesco e che abbiamo visto all’opera, DI CHI E’? 
All’Assessore Pantaleo legittimo aspirante alla “continuità” per mantenere quel proficuo sodalizio mai interrotto con Lo Biundo e soci iniziato nel lontano 2000 con Giuseppe Giordano ,chiediamo: 
a)di chi è la spazzatrice che abbiamo visto all’opera e come è possibile che possa operare senza che si rilevino le responsabilità?
b) quando gli sono stati consegnati dall’ATO i mezzi di proprietà comunale e “tutti in stato di disuso per danni e guasti delle parti meccaniche?
c)c’è una PERIZIA TECNICA che ha valutato l’entità del danno e la possibilità per un eventuale recupero dei mezzi ed il relativo costo?
d)come giustifica,ritenendo discutibili le premesse alla determinazione ,lo svolgimento dell’asta per circa 500 mila euro ?
Intanto il nuovo Commissario del’ATO si è recentemente incontrato con alcuni amministratori dei Comuni vicini e con il liquidatore che non liquida mai,per discutere di come riorganizzare il servizio. In definitiva possiamo dire che a giorni avremo due SERVIZI PARALLELI: uno dell’ATO PA1 e uno affidato alla ditta che si aggiudicerà il servizio .
C’e’ qualche inquirente in zona che ritiene di volerne sapere di piu’ per confortare i cittadini paganti,i non paganti,i differenziati e gli indifferenziati?.
Toti Costanzo

Nessun commento: