Video

Loading...

giovedì 23 giugno 2016

LO BIUNDO:UNA ROTONDA SUL MARE...DI GASOLIO,IL RIFUGIO,LE DEMOLIZIONI E I DEBITI NON PAGATI


foto di Sala Rossa.

Siamo alle solite. Appena trova un tecnico qualsiasi che gli smurfia mezza relazione e dei disegni facendogli balenare l’dea che non siamo a Partinico da lui ridotta “a solu” (traduzione: distrutta )ma in una città che ormai vive solo nel nostro immaginario,convoca a tamburo battente una conferenza stampa e senza neppure invitare il Presidente della 3° Commissione consiliare,il buon Peppino Barbici( se non altro per obbligatorio rispetto che si deve agli organi istituzionali del Comune, seppur sbracati da quando c’è lui) e in quattro e quattr’otto lancia l’ormai classico :“Abbiamo raggiunto un grossissimo risultato” .E la telecamera si sofferma su dei disegni che rappresentano delle “rotonde” cioè quel sistema periferico di organizzazione della viabilità come se fossimo a Copenaghen.Uno quà, uno là, uno giu’,uno sù,uno sotto il cimitero, uno a due passi dal mercato ortofutticolo e cosi' via .Meglio se realizzati dai privati. Al punto che il mio amico architetto, che come tutti i tecnici di Partinico se ne intende abbastanza di viabilità ,lancia un grido d’allarme e di dolore. “Costui non c’é piu’ con la testa-mi dice- .Da quando è finito sotto torchio degli inquirenti,dichiarare d’essere “succube” a pagamento di Maniaci e a far sapere a tutti che era addirittura socio del ristorante "Al Rifugio" ( “ero socio di fatto avendo investito somme di denaro per i costi gestionali al fine di aiutare i titolari che, a seguito della morte del padre, hanno ereditato il ristorante senza le possibilità economiche di mantenerlo……”-Ordinanza di applicazione di misure cautelari personali"),ne spara una al giorno.Comprese quelle relative a mantenimento in nero al Comune della signora Candela “per spirito caritatevole” (dichiarazioni rilasciate il 7 maggio in Consiglio comunale n.d.r)e per le stesse ragioni –dice lui convinto che siamo tutti degli allocchi- diventa socio del ristorante "Al Rifugio" per aiutare(sic!) le titolari.Nemmeno, piuttosto che sindaco, fosse stato eletto responsabile della Caritas Diocesana ! Ma ti rendi conto-continua il mio amico- che per realizzare tutte le rotonde rappresentate nel depliant, necessitano alcuni milioni di euro?E ti pare che il Comune sia nelle condizioni di farlo?” E allora tu rifletti di come sia finita la nostra città,tra violentatori recidivi delle leggi, umiliatori del buon senso,arrampicatori,cu’ ‘a munnizza in ogni strada, l’erba che cresce in ogni dove .In una via del centro in stato di abbandono, abbiamo visto spuntare perfino un fico e su di un tetto “all’antica” un ficodindia a dimostrazione di come la vita in città non intenda perire neppure sotto i colpi inferti da questi novelli lanzichenecchi.E poi erbacce che invadono i marciapiedi e gli interstizi dei tanti immobili abbandonati sia nel centro che in periferia, montagne di rifiuti che hanno invaso tutto il territorio e che con lo scirocco si sono espansi in ogni dove, con le abitazioni che crollano ,le vie al buio, l’asfalto divelto,buche,topi,scarafaggi,disoccupazione alle stelle,mense caritatevoli e banchi alimentari per aiutare le migliaia di poveri senza lavoro e senza speranza.Rifletto e penso che il mio amico ha ragione su tutto tranne che su di una cosa. Vuoi vedere , chessò,che nei pressi di qualche svincolo autostradale o nei pressi di altra attività imprenditoriale a base di gasolio, potrebbe spuntare un privato interessato, che a sue spese una rotonda la realizzerà? Perché ci assale un atroce dubbio :ma se costoro in circa dieci anni non sono stati capaci di realizzare tra la via che porta a S.G. Jato e la scuola di Mirto, neppure una aiuola spartitraffico(roba da qualche centinaio di euro), come possano realizzare le costose rotonde ?Qualcuno,malizioso, sostiene che il cosidetto piano delle rotonde presentato serve quale giustificazione per realizzarne qualcuna ovviamente per necessità e a spese degli stessi interessati.Staremo a vedere 
E ,dunque,mentre il sindaco si presenta in tivvu’ un giorno si ed uno no e lanciando di recente anche l’amo a quanti sperano di potere finalmente demolire immobili e ricostruire (Dalla Relazione esplicativa sul Centro storico),nasconde alla città che il 20 maggio il Commissario straordinario della Servizi Comunali Integrati RSU s.p.a. ,Giuseppe Terranova, gli inviava una “Diffida e messa in mora e preavviso di richiesta intervento sostitutivo” per la ragione che nel 2015 il Comune ha assommato per fatture non pagate alla Società che ha svolto il lavoro di raccolta dei rifiuti ,la somma di 1.073.408,73 euro .Terranova intima al Comune “entro il termine di 30 giorni” di pagare il debito assommato. Ad oggi, per quel che ne sappiamo,quel debito non lo ha ancora pagato.
Toti Costanzo

7 commenti:

Salvexit ha detto...

“ero socio di fatto avendo investito somme di denaro per i costi gestionali al fine di aiutare i titolari che, a seguito della morte del padre, hanno ereditato il ristorante senza le possibilità economiche di mantenerlo……”
e i controlli sul contante e i trasferimenti di denaro?nooooo...sicuramente gli organi preposti avranno effettuato i controlli ed è tutto in regola e trasparente come il dopopak,
Caro Toti...perchè pensare male?ci saranno bonifici effettuati anche se "sul socio di fatto" ho alcune perplessità sul come giustificare il passaggio di contante sicuramente proveniente e prelevato dai conti correnti personali giustificati dallo stipendio di Primo Cittadino (sic! ) e bla bla bla.Sicuramente ci sarà un modo legale per aggirare le norme antiriciclaggio. W il Sindaco....io ho fiducia in Lui e sul suo operato.
Siete sempre i soliti comunisti che cercano il pelo nell'uovo.

Salvexit ha detto...

il ristorante "Il Rifugio" è aperto e va alla grande...avevo prenotato per le mie nozze d'argento e per tutto il mese di luglio è impossibile banchettare.Tutto occupato.
Comunisti....quello ha aiutato una famiglia e voi a denigrarlo

critico cinematografico ha detto...

bella foto.
Aldo ,Giovanni e Giacomo

sala rossa ha detto...

Caro Salvexit hai proprio ragione. Siamo sempre i soliti comunisti malpensanti ai quali sfuggono le vere ragioni che guidano un credente come Lo Biundo che se ha assunto in nero l'amica di Maniaci lo ha fatto per spirito di carità e non certo per timore dei servizi cosidetti giornalisti di cui lui aveva di che temere. Ovviamente Maniaci non sapeva nulla(sic!) del fradiciume di cui ogni giorno Lo Biundo si adornava per cui lo stesso non aveva alcunché da temere.E allora perché quelle infami dichiarazioni di Lo Biundo agli inquirenti( obbligo di assunzioni, pagamento di mensilità-una specie di pizzo?-)contro Pinuzzu il cui spirito di obiettiva rappresentazione dei fatti é noto a tutti ? Questo resta un mistero .E poi siccome le malelingue sostenevano che le vere ragioni messe in giro per le quali era diventato socio di "Al Rifugio (che noi non intendiamo rivelare neppure sotto tortura)erano altre e non quelle delle "dicerie" allora ci siamo davvero convinti che Lo Biundo era spinto ad aiutare gli altri da una forte vocazione alla solidarietà e un forte spirito umanitario . Dunque ,accertati i fatti, abbiamo ritenuto di attivare tutti i meccanismi perchè concluso (anche se qualcuno dice ingloriosamente) il suo mandato) possa andare a collaborare con il ministro dell'interno Alfano per occuparsi del recupero dei migranti sparsi e spersi nel mare Mediterraneo.Tu dici che anche li qualche "orfanella" si potrebbe intercettare ? Tu l'hai detto.

Salvexit ha detto...

comunisti che siete.... il Sindaco ha intitolato una via a Coleraci e voi sempre a parlare male di lui.Quale altro sindaco ha avuto tale merito?Per giunta era un sindaco di destra ai tempi dell'intitolazione al nonno del Rifugio. E voi che vi spacciate di sinistra ( ai tempi di Gigia e di Peppe Motisi) cosa avete fatto per il compianto Cola?

sala rossa ha detto...

Andiamo con ordine.A critico cinematografico diciamo che Aldo ,Giovanni e Giacomo sono comici e fanno ridere. Costoro hanno spremuto la città come una spugna facendola, ovviamente... piangere. A Salvetix a proposito di Cola.Per onorare la memoria di Danilo e Peppino Impastato abbiamo comprato noi le targhe e con una cerimonia NOSTRA le abbiamo collocate.Quando l'ex assessore Vito D'amico seppe che intendevamo fare lo stesso con Cola ,Turiddu Termine,Giuseppe Casarrubea e Vincenzo Lo Iacono ci chiese di soprassedere perché si sarebbe impegnato lui a fare realizzare le targhe e collocarle con una cerimonia che poi incluse anche Matteo Provenzano.E cosi' fu.Dunque Lo Biundo che pero'partecipo' con fascia ,proprio lui,con queste cerimonie di intitolazione non c'entra assolutamente nulla considerato che nessuno delle personalità di sinistra ,ma sopratutto comuniste, appartengono alla sua storia. Ma poi,c'é qualcuno che intenderebbe sostenere che Lo Biundo,OLTRE ALLA INTERESSATA RELAZIONE PARENTALE,abbia qualcosa da spartire con i comunisti e sopratutto con Cola?

critico cinamatografico ha detto...

mi riferivo a un trio tragicomico.Vedendo la foto senza conoscere i soggetti scappa una risata soprattutto andando a destra.E' una sensazione perchè li vedi sorridenti e appaparanzati come se si fossero appena alzati da un banchetto e poi seduti comodamente e ovviamente soddisfatti di averla fatta franca con quel sorriso rivolto alla popolazione partinicese.La comicità è il primo impatto e la tragedia è in quei sorrisi.