Video

Loading...

giovedì 28 luglio 2011

SE NE SONO ANDATE DUE "PERSONE PER BENE", SANTINO SPECIALE E MICHELE MUSSO


Se ne sono andati in silenzio come era loro costume. Se ne sono andati, quasi in contemporanea, Michele Musso e Santino Speciale. Come ormai capita sempre più spesso della dipartita si apprende, con rammarico, quando questa é di già avvenuta. Michele Musso apparteneva ad una generazione successiva alla mia. Studente del liceo classico “G. Garibaldi” faceva parte di quella schiera di atleti-studenti della generazione di Nardo D'orio e Santino Calagna (anche lui medico ci ha prematuramente lasciati) che rappresentavano il Liceo nel settore dei lanci durante i campionati studenteschi . Fu anche consigliere comunale nella DC di Partinico.
Con Michele ci scontrammo duramente in Consiglio su di una vicenda che riguardava alcuni locali contigui e al vecchio ospedale e alla canonica della Casa Santa . Michele , ovviamente, difendeva la parrocchia che dei locali pretendeva averne diritto mentre io difendevo l'ospedale ,cioé la proprietà pubblica. Non ricordo più come la vicenda alla fine si sia conclusa . Ricordo che lo scontro con Michele divenne più acuto quando lui ebbe a dichiarare :”Io prima di essere consigliere comunale sono parrocchiano della Casa Santa”.Il primato della Chiesa sullo Stato. Una vecchia storia mai conclusa in Italia. Una cosa che non potevo assolutamente condividere .Ma i nostri rapporti restarono sempre affettuosi e di reciproca stima.
Del dottore Santino Speciale i ricordi sono tanti . Santino fu il medico (era un ginecologo) che fece nascere mio figlio Gaetano. Prestava la sua professione presso la clinica Patti. Era il 1969 e quella clinica ,allora , era “ clinica per modo di dire” anche se per la grande fiducia che riponevamo in Santino decidemmo di farlo nascere li' .Oggi ,ovviamente , é una struttura eccellente e di questo possiamo portarne anche vanto gli amministratori della Giunta di Gino Geraci che consenti' la realizzazione della scala di emergenza esterna ,struttura assolutamente necessaria che permise , poi, alla stessa di potersi convenzionare con la USL e diventare quel che oggi é nel settore della sanità privata . Quando nacque Gaetano direttore della clinica era il dottore Condorelli che del titolare era anche cognato. Un personaggio affettuoso, ossequioso che si accompagnava sempre alla sua signora e che ricordo ancora con rispetto perché un gentiluomo. Una persona che con i suoi modi gentili ci fece dimenticare le gravi difficoltà logistiche che allora incontrammo durante la breve degenza e poi il parto .Era l'aprile del 1969. Mentre nasceva Gaetano da Praga, dove era iniziata la già ”la primavera”, arrivavano notizie preoccupanti. A Gennaio , per protesta, si era suicidato appiccandosi il fuoco il giovane Palach che per tanti di noi divenne il simbolo delle ragioni estreme e cioé fino al sacrificio della vita per cui la libertà va difesa . Ma già si aveva sentore che l'Unione sovietica non avrebbe consentito ad Alexander Dubcech di portare fino in fondo il processo di democratizzazione già iniziato per volontà del Comitato centrale del Partito Comunista Cecoslovacco . Ad agosto, infatti , avvenne l'invasione, la repressione,l'arresto di Dubceck, la fine della speranza. Nasceva mio figlio mentre il nostro Paese veniva investito da un grande movimento dei lavoratori che cambiò la storia politica del nostro paese e in Europa i giovani della mia generazione operavano perché ,finalmente, si mettesse fine alle dittature che impedivano la libertà e l'autonomia dei popoli. Il PCI, cui avevo già dato il mio primo voto nel 1968 ,assunse una chiara posizione politica ( i popoli hanno diritto alla loro autodeterminazione) anche se ancora non si metteva in discussione il ruolo dell'Unione sovietica come grande potenza militare ,la sola capace di contrastare l'imperialismo americano che dilagava e condizionava sopratutto l'America latina ,che portava la guerra fin dentro il Vietnam e l'oppressione in tanti paesi africani .Santino Speciale fu anche consigliere comunale della DC. Persona mite ,equilibrata,rispettosa sempre del pensiero e delle scelte politiche degli altri. Un professionista eccellente. La nostra città con Santino Speciale e Michele Musso perde due persone,due amministratori comunali ,veramente “per bene” .
Toti Costanzo  

Nessun commento: