Video

Loading...

sabato 16 febbraio 2013

CON CROCETTA I CADAVERI PUTREFATTI ED IL RITUFFO DELLA POLITICA




Mercoledì 13 febbraio 2013: dal giornale on-line “Live sicilia” :
PALERMO – Interviene al San Paolo Palace davanti ad una platea fitta ed eterogenea. Rosario Crocetta è accolto come un messia fra cori da stadio alla convention dei Democratici popolari riformisti, la neonata formazione politica che lo sostiene all'Ars, forte di otto deputati.
Davanti alla platea che lo acclama, ed a fianco al fidato Antonio Malafarina, oltre che al navigato Totò Cardinale lancia un avviso forte. “Vogliamo essere il primo partito al Senato. Siamo una grande forza popolare. Puntiamo ai numeri che aveva la Democrazia cristiana negli anni in cui era particolarmente radicata”.

Quando abbiamo letto questa dichiarazione di onnipotenza siamo rimasti sconvolti per quel che potrà accadere alla nostra Sicilia. Questo Presidente megalomane ,irrefrenabile nella sua  sete di potere e presunzione , accecato dal desiderio di imporsi senza provare alcuna vergogna nel chiedere e ottenere il sostegno di un esercito dei peggiori riciclati della politica ,di mercenari e di trasformisti ,intenderebbe a suo presuntuoso dire restituire dignità alla Sicilia e costruire il suo riscatto avendo accanto a se uomini come il democristiano Salvatore Cardinale già fondatore del CDU(centro Cristiano Democratico),poi l’Unione Democratica per la Repubblica, l’UDEUR con Clemente Mastella,poi nel PPI,nella Margherita e infine nel PD . Un personaggio assai discutibile sul piano morale e tirato in ballo per rapporti con la mafia. E perché si possa comprendere a fondo chi sia costui basta andare alle elezioni del 2008 quando avendo compreso che non sarebbe stato più candidato per l’elevato numero di legislature che aveva collezionato ricoprendo anche incarichi di ministro , ha fatto eleggere nel PD la figlia di 26 anni  che si ripresenta a quelle di febbraio che risulterà certamente rieletta.
E cosa dire di un Riccardo Savona consigliere comunale nella DC ,nel CCD, poi nell’UDC per transitare nel Movimento Popolare Siciliano a sostegno di Raffaele Lombardo ,candidato l’altro ieri col Grande Sud di Micciché risultando eletto ed ora a sostegno di Crocetta? Savona” ebbe a dichiarare (dichiarazione tratta dal suo blog n.d.r.) alle ultime elezioni regionali : “ Il Movimento popolare siciliano sosterrà la candidatura alla Presidenza della Regione siciliana di Gianfranco Miccichè. Sono pertanto destituite da ogni fondamento tutte le ricostruzioni giornalistiche che in queste ore hanno cercato di insinuare dubbi sulla nostra posizione”.Sosteniamo il progetto sicilianista di Miccichè e come alleanza stiamo lavorando, con la massima comunione d’intenti, alla formazione di liste che rispecchino le reali prerogative dei diversi territori provinciali”Cosi’ dichiarava il Savona smentendo – a suo dire- le voci di un suo avvicinamento al candidato alla presidenza Nello Musumeci, Dunque si candida con Micchich mentre traccheggia con Musumeci per passare ,infine, con Crocetta E’ chiaro chi sarebbe, allora,  il deputato Savona che oggi si trasferisce con il nuovo Presidente della Regione ed il suo esercito di  saltabanchi ?

E chi è l’onorevole Tamajo allevato in FI e PDL ed eletto anche lui con il Grande Sud di Micciché prima nel Consiglio comunale di Palermo e di recente all’ARS ed ora colpito col  rivoluzionarismo di Crocetta ? Ma con Crocetta sono anche confluiti  i deputati Michele Cimino, Pippo Gianni e Nicola D' Agostino.tutti campioni di trasformismo e sempre col governatore di turno pur di mantenere privilegi e proteggere interessi propri e di gruppo .Questuanti, richiedenti, accattoni della politica e cancro della nostra democrazia . .E che dire di coloro che oggi non sono più deputati perché non eletti ma alla ricerca sempre di un ruolo  e che in massa sono transitati con Crocetta? Ma davvero ci vogliono far credere gli interessati lacché ,anche quelli locali, del Governatore che costoro sarebbero disinteressati e colpiti dal desiderio di cambiare sostanzialmente la politica regionale e ,dunque, intendono con umiltà mettersi a disposizione degli altri? Ma anche dall'esterno a Crocetta arrivano rinforzi .Altri saltabanchi come l’ex berlusconiano GiovanBattista Bufardeci inteso Titti già sindaco di Siracusa ed eletto deputato prima nel PDL e poi candidato non eletto in Grande Sud insieme a  Nicola Vernuccio,collezionista di una serie incredibile di incarichi politici e professionali ,già Assessore alla Provincia con Avanti (UDC) e poi assessore regionale con l’MPA nell’ultima giunta di Lombardo , Carmelo Lo Monte già democristiano, nel PPI ,in Democrazia Europea,con l’UDC e alle regionali con IDV ,ed ora candidato col Centro democratico nel Circoscrizione Sicilia 2  E poi  ex esponenti di FLI come Marrocco e Gentile e tre parlamentari uscenti di Grande Sud quali Fleres, Grimaldi e Stagno ? Un insieme di squallidi personaggi,opportunisti e rituffo che avrebbero dovuto finire ai margini della politica regionale ma invece vengono graziati da Crocetta che li rimette in  circolo perché possano ,riverginandosi,  inquinare  ancor di più la vita delle nostre istituzioni , ascari mai sazi di potere ,sempre con i vincenti perché dalla politica devono trarre sostentamento e grandi vantaggi. E che dire della repentina conversione dei saltabanchi locali ,i vari Lo Biundo e la sua corte dei miracoli? Finiti come era scontato conoscendo “i polli”, dentro i  verminai che puzzano di vecchi  cadaveri in putrefazione ,di fraruiciumi, di nauseabondo odore della malapolitica putrida e in decomposizione . Capite con chi dovrebbe rivoluzionare la vita politica siciliana il saltimbanco Rosario Crocetta e il suo zuino Lumia ultima appendice di un populismo da quattro soldi, cresciuto  in un contesto di antiche umiliazioni che vuole la rivincita sul mondo intero?
Toti Costanzo

Nessun commento: