Video

Loading...

martedì 19 febbraio 2013

TI PUOI NASCONDERE DIETRO TROMBETTA QUANTO VUOI MA SUL TRASFERIMENTO ALL'ATO "TERRA DEI FENICI "DOVRAI DIRE LA VERITA'



Il sindaco Lo Biundo , profondamente convinto d'avere a che fare  cu' i babbi con i quali notoriamente intrattiene intense relazioni,Venerdi’scorso ha rilasciato una intervista a Tele Jato a proposito del transito del nostro Comune e, da lui voluto, all'ATO rifiuti TP1 "Terra dei Fenici" con lo scopo di tentare una pietosa giustificazione . Le ragioni del trasferimento che a noi da subito sono apparse abbastanza chiare le abbiamo esplicitato in un post di Sala Rossa il 24 gennaio u.s. nel senso che quell'ATO ,emerge dalle indagini dei magistrati, sarebbe rientrato  nella sfera di interesse dell'ex senatore Papania  di Alcamo e di converso dell'ex sindaco Scala al quale Lo Biundo si é legato come spesso gli è capitato  quando coltiva personali necessità .Tutto questo insieme al porre  anche una serie di consequenziali interrogativi ai quali il Sindaco ,prima o poi, dovrà rispondere . 
Con una lettera del Partito della Rifondazione Comunista al direttore di Tele Jato ritorniamo sull’argomento aggiungendo anche una considerazione su un’altra intervista rilasciata Sabato scorso dall’assessore Vito D’Amico sempre a Tele Jato sui problemi causati dall’ex società SERIT. Che pubblichiamo  


EGR. DIRETTORE

La scorsa settimana abbiamo avuto la possibilità di ascoltare due interviste rilasciate alla sua emittente e dal sindaco Lo Biundo e dall’assessore Vito D’Amico e su due importanti argomenti.
Nel primo, il sindaco di Partinico  come è ormai suo costume, tentava di fare violenza alla verità sulla questione del trasferimento del nostro Comune all’ATO TP 1 “Terra dei fenici”. Lo Biundo ora transitato nel Movimento del Governatore Crocetta  di cui si è detto entusiasta sostenitore come lo fu con Nicolosi, Cuffaro , Cintola ,Antinoro e Lombardo  sempre con lo scopo palese di trarne vantaggi personali  –  ha sostenuto due cose .La prima : che finalmente con l’adesione all’ATO Terra dei Fenici la situazione del servizio della raccolta dei rifiuti nel nostro Comune avrebbe trovato una concreta soluzione. La  seconda: che coloro i quali  lo criticavano per questa scelta sarebbero , a suo dire, degli ignoranti perché è vero che  il Comune è transitato in un altro ATO ma la gestione dei rifiuti non necessariamente sarebbe stata affidata ad una società come l’attuale  AIMERI i cui dirigenti sono indagati dalla magistratura per corruzione e traffico illecito di rifiuti . Tutto quanto dichiarato da Lo Biundo sarebbe stato vero se il Sindaco avesse deciso con la sua maggioranza di aderire alla Terra dei Fenici ORA  che la Regione siciliana  ha un nuovo governatore e delle  nuove norme in materia di rifiuti e non certo il 28 AGOSTO  DEL 2012  quando ANCORA CROCETTA NON ERA GOVERNATORE DELLA REGIONE ,ERA ANCORA IN VIGORE LA LEGGE REGIONALE N. 9 CHE LUI OGGI CRITICA ,QUANDO ERA NOTO A TUTTI CHE LA SOCIETA’ DI GESTIONE ,la AIMERI, ERA UNA SOCIETA’ CHE AVEVA FATTO LIEVITARE I COSTI DEL SERVIZIO IN MANIERA ESPONENZIALE, CHE  NON SVOLGEVA ADEGUATAMENTE IL SERVIZIO A LEI AFFIDATO SUSCITANDO LE PROTESTE DEI COMUNI ADERENTI E NEPPURE PAGAVA GLI OPERAI COSTRETTI A SCIOPERARE RIPETUTAMENTE.
MA SOPRATUTTO PERCHE’ LA MAGISTRATURA AVEVA GIA’ INDAGATO I DIRIGENTI DELLA AIMERI ,PER QUEI GRAVISSIMI REATI CHE ABBIAMO CITATO .
Ciò significa che LO BIUNDO AD AGOSTO 2012 NON SOLO ANDAVA A "TERRA DEI FENICI" MA ERA A CONOSCENZA CHE LA AIMERI ERA UNA SOCIETA' ,TRA LE ALTRE COSE,INDAGATA PER GRAVISSIMI REATI QUALI LA CORRUZIONE E IL TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI. 

Ci chiediamo : perché ha voluto tale trasferimento? Chi lo ha spinto ad aderire e per quali ragioni? Si può nascondere come vuole ma prima o poi la verità verrà fuori e non c'é Trombetta che possa COPRIRLO COL SUO SGANGHERATO SUONO .

La seconda intervista interessa quel che ha dichiarato l’Assessore D’Amico a proposito della SERIT e del suo ruolo nei confronti dei contribuenti. Ci duole dire come ancora ,ed anche su questa vicenda di cui porta la grave responsabilità l’amministrazione Lo Biundo ,si tenta una pietosa giustificazione .La verità è che il Sindaco di Partinico HA VOLUTO MANTENERE alla SERIT , oggi Riscossione Sicilia, la gestione dei debiti dei nostri concittadini pur avendo la possibilità di recuperare al Comune la gestione diretta dei tributi comunali non solo facendo risparmiare i  contribuenti ma soprattutto eliminando il pericolo di interventi gravi sui beni come la requisizione della  casa o le ganasce alle automobili).E infatti il 14 novembre 2012 il nostro Partito presentava una interrogazione rimasta senza risposta come tutte le altre ( vedere alla voce "Interrogazioni" sul  sito PRC PARTINICO)che sostanzialmente chiedeva al Sindaco di fare come avevano operato altri Comuni siciliani e cioè di rescindere il contratto con la SERIT divenuta altra società e gestire direttamente i tributi con risparmio del 2,5% delle somme dovute, riduzione dell’AGGIO e tolleranza nei confronti di coloro che oggettivamente non sono momentaneamente nella condizione di pagare.Chiediamo all’Assessore D’Amico costretto a fare l’avvocato d’ufficio di questa Amministrazione comunale: PER QUALI RAGIONI, POTENDOLO ,NON LO AVETE VOLUTO FARE?
PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
CIRCOLO “Peppino Impastato” di Partitico

Nessun commento: