Video

Loading...

lunedì 17 maggio 2010

SAL E QUEL SUO BAFFETTO DA SPARVIERO


Due considerazioni. La prima . C’è un limite all’ipocrisia,al cinismo e alla spregiudicatezza del PD siciliano ? No , non c’è tant’è che ieri questo Partito ,dopo avere votato tutto quanto Lombardo ha loro proposto ricavandone, ovviamente ,dei vantaggi politici ed elettorali e dopo avere nominato , sottobanco ,almeno due Assessori regionali (Centorrino e Venturi) - ma non si dica ,per favore, che loro sono alla continua ricerca di poltrone e potere e che hanno barattano l’appoggio per ricavarne vantaggi - fiutando la tempesta che potrebbe arrivare e travolgere da un momento all’altro il Presidente della Regione,che fa?
Per bocca del marmoreo Lupo ,eccelso monumento alla sfacciataggine ,da un lato esalta i provvedimenti “riformisti” di cui loro sarebbero ispiratori e che hanno trovato allocazione nella finanziari 2010 e dall’altro ,prima che sia troppo tardi nel senso di venire travolti anche loro , dichiarano che” mai faranno parte del governo Lombardo”. Ma come si può, mi chiedo, arrivare a tanto ? Confesso che non provo alcuna simpatia per l’autononismo di facciata di Lombardo ma costui , con tutta la sua travagliata storia politica ,davanti al PD dei Lupo, dei Cracolici, dei Lumia ,dei Papania e compagnia cantando potrebbe essere considerato una montagna di dignità.
La seconda. Mentre la nostra città ( ma anche le altre 11 dell’ATO rifiuti PA1) viene sommersa da intollerabili montagne putrescenti e maleodoranti di rifiuti e, però, la “cricchetta " a Partinico mantiene la tariffa del servizio di raccolta e smaltimento sul nostro groppone a 2,39 a metro quadro non dimenticando di “abbonare” qualche influente amico e compagno di cordata elargitore ed anche mecenate ,e mentre c’è il rischio che non solo gli operai del servizio non ricevano più lo stipendio e potrebbero finire sul lastrico senza lavoro, e mentre gli ex operai della Cooperativa irrigua non vengono assunti dal Consorzio di bonifica e le tubazioni scoppiano inondando i terreni coltivati e l’amianto di cui è composta la buona parte delle condotte continua a rappresentare un percolo serio per la salute di tanti , lui Sal ,il più giovane Sindaco che Partinico abbia mai avuto ( almeno a mia memoria) che fa? Prima vola a Salerno ,poi si fa aviotrasportare a Perugia ed infine approda a Napoli disegnando un tour che se non è “di piacere” poco ci manca . Davvero pensava che la sua presenza alla trasmissione “Ti lascio una canzone” oltre che occuparsi, giustamente ,della straordinaria Grazia Buffa si sarebbe potuto occupare anche di lui ? Si, è vero, lui ha lasciato a Partinico non una canzone ma un eccelso cantore il quale molto opportunamente ,e come si conviene ,si è premurato di fare esporre con immediatezza e lungo il Corso dei Mille, uno “striscione” che inneggia alla nostra “ stella” pensando cosi’ di accattivarsi la simpatia ,l’affetto ed anche qualcosa di più da parte di quel nucleo di generosi compaesani che compongono il fans club di Grazia .Un club ,cioé un luogo d'incontro formato da tante brave e genuine persone che amano la musica, che conoscono molto bene la ragazzina e i suoi sacrifici e che vengono , cosi’, compensati delle loro affettuose attenzioni che sempre hanno avuto nei confronti della nostra giovanissima artista .Dunque Sal va in giro per l’Italia convinto , cosi’, di propagandare “un’altra Partinico” .Una specie di ambasciatore, allora, che si sforza di rappresentarci nel modo migliore ,spiegando che la nostra città non è solo mafia, non è solo sporcizia, non è solo disoccupazione, non è solo clientela. E per cercare d’essere più credibile durante il tour tenta anche di mimetizzarsi facendosi crescere un bellissimo baffetto da sparviero che fa tanto Marcello Mastroianni del film “Il bell’Antonio” .Alla fine del giro scende a Punta Raisi spingendo il baule rotellato che il cantore immediatamente si premura di rilevare ,si immerge dentro un bagno di folla che ,ovviamente, non attende lui ma la ragazzina e si amalgama ad eclettici artisti locali quali Giuseppe, Ciccino, Matteo che intanto si erano premurati di coprire il loro capo con cappellino del club entusiasmando tanti altri compaesani presenti che almeno per alcune settimane hanno vissuto un’esperienza che li ha coinvolti emotivamente cosi’ come , onestamente, ha coinvolto tutti noi. Dunque le truppe di turisti dopo il tour del Sindaco arriveranno in massa . La Policentro, per accoglierli ed ospitarli , chiederà che immeditamente il Consiglio comunale approvi una variante al piano regolatore destinando altri ettari di produttivo territorio per impianti alberghieri , strutture ricettive e del tempo libero ,cinema e teatri a tinchité . Una stagione esaltante ,una vera rivoluzione quella,cioé, che tante generazioni hanno invano aspettato fino ad ora per fare dimenticare i nei della sofisticazione , la coltivazione a tappeto di marijuana e gli atroci delitti di una mafia criminale e spietata .Dunque masse di turisti arriveranno da noi e che percorrendo le nostre strade ,visitando i nostri monumenti,gustando le nostre pietanze potranno dire: “Ma come è possibile che davanti a tanto ben di Dio di mare pulito, aria respirabile, acque limpide , ville curate, pulizia tipo Svizzera tedesca ,operosità e laboriosità , centro storico da manuale urbanistico, pinacoteche, teatri, piste ciclabili, quei quattro petulanti di comunisti e ,purtroppo, anche tantissimi partinicesi hanno pure il coraggio di lamentarsi?”
Toti Costanzo

Nessun commento: