Video

Loading...

lunedì 2 agosto 2010

UNA DOVEROSA RISPOSTA AL COMPAGNO ARCURI

Carissimo compagno Arcuri ,ti ringrazio dell'invito ma il solo pensiero di dovere ascoltare un killer che si é scientificamente addestrato soltanto per annientare i comunisti ,in buona parte riuscendovi, mi farebbe stare molto male. Ed anche se ancora di buona salute e di forte costituzione (fors'anche per il mio lungo passato di docente di educazione fisica) ma sopratutto allenato agli scontri violenti contro tanti pseudocomunisti che ho conosciuto fin da quando nel 1970 presi la tessera del PCI e con pseudocomunisti anche politicanti del calibro del capogruppo del PD all'ARS,non ti nascondo che per me sarebbe una sofferenza non sopportabile che ti prego di risparmiarmi.
E penso ,o comunque spero, che tu quale compagno abbia tutto l'interesse a salvaguardare lo stato di salute di un comunista ( siamo talmente pochi!) anche lui appartenente ad un piccolo circolo, al nostro piccolo Partito e che ,probabilmente alla fine del mese , farà una festa piccola ma autorevole ed interessante ,si spera,quanto la vostra .Dunque rifiuto il tuo gentile invito, almeno per questa occasione ,non disdegnando però di conoscerti e conoscere la realtà anche politica della tua città.Vedi, caro compagno, come uomo di scuola sò ,in linea di principio, che dagli altri si ha sempre la possibilità d'imparare cosi' come é opportuno ,se non addirittura necessario, porgere attenzione ed ascolto ai nostri interlocutori .Anche gli avversari, se leali .Converrai con me ,almeno lo spero,che i NEMICI ,quelli proprio no.Quelli non si ascoltano ma si contrastano, si combattono. Ovviamente con gli strumenti della cultura e della POLITICA .Tu pensi che Cracolici ,esponente del PD palermitano e siciliano, possa essere un interlocutore del nostro Partito e utile al futuro della Sicilia ? Pensi che non sia nemico ma solo avversario e da lui abbiamo anche da imparare ? Se lo pensi e ne sei convinto fai bane ad incontrarlo, discutere con lui, da lui dissentire o convenire quanto e come vuoi .E' nel tuo diritto di dirigente politico del nostro Partito e non sarò certo io a strapparmi le vesti anche se continuo a pensare che bisogna , certamente, dire sempre SI al dialogo ma io continuerò a chiedere sempre :CON CHI? Tu fai riferimento ad elettori ( ed io aggiungo anche dirigenti periferici del PD) che non la pensano come Cracolici seppur non la pensino neppure come noi e proprio per marcare la differenza . E allora perché invitare Cracolici e non ricercare il rapporto, il dialogo con pezzi ancora presentabili di questo Partito? Con costoro ,sono assolutamente d'accordo, non solo bisogna interloquire ma ,laddove ne esistessero le condizioni, anche collaborare.E ad una lettura più attenta della mia lettera a te inviata ,troverai come mi dichiaro assolutamente d'accordo non solo a discutere ,ed eventualmete collaborare con l'IDV( noi lo facciamo già a Partinico)o con Altra Storia ma non dimentico forze come i Verdi o i compagni di Sinistra Ecologia e Libertà .Persino con i socialisti siciliani .Che tuttavia non trovo invitati alla Festa.Sono certo che si sarà trattato di problemi cosidetti "logistici" e non certo per pregiudizio .Dunque io discuto( é cosi' che ho sempre pensato!) con chi non ha pregiudizi nei confronti dei comunisti , chi non gli è NEMICO, chi MORALMENTE, CULTURALMENTE E POLTICAMENTE ha qualcosa da insegnarmi .Dunque ascoltare CHI? Imparare DA CHI? Confrontarmi con chi e sopratutto PER CHE COSA ?Il problema é , a mio modesto modo di vedere, tutto quà! .E se tu pensi che discutere con Cracolici ( e la pensa cosi' la maggioranza del nostro Partito) sia l'occasione per fare emergere le sue contraddizioni e quelle del suo Partito, ne hai assoluta facoltà . Tuttavia converrai con me che questa non é l'opinione di tutti i comunisti che militano in Rifondazione .Per ultimo . Vedi, caro compagno, ora sono dieci anni che non esercito più l'attività di docente per cui mi sarebbe difficile "fare lezioni" od anche "lezioncine" a chicchessia. E meno che mai ai miei compagni dei quali nutro stima e forte considerazione per cui ti assicuro che ti sbagli quando scrivi " Non so come hai dedotto che io sia interessato ad una qualche forma di unità delle forze del centro sinistra..." .Non l'ho mai pensato se non altro perché non ho mai avuto il piacere di interloquire con te su questi ed altri temi. Cosi' come lontano dall'idea che potrei appartenere a quanti se la "cantano e se la suonano" da soli .Figuriamoci! Chi conosce la storia del nostro Circolo sa che abbimo sempre ricercato l'unità con forze anche moderate della nostra città per un progetto di governo .Ma principalmente PRESENTABILI , sopratutto, NEI SUOI UOMINI . Ovviamente abbiamo sempre disdegnato l'incontro con personaggi cinici e mistificatori anche se sotto le insegne di un Partito di centro sinistra cioé quello teoricamente più vicino ai nostri "sentimenti" politici .T'assicuro che da tanti di costoro non abbiamo nulla da imparare . Perdiamo, semmai, il nostro tempo . Dunque ti auguro buon lavoro, una buona riuscita della festa convinto che la Politica per me ,come sicuramente per te e per tantissimi compagni, non é solo un gioco né una vuota, inutile esercitazione .Tuttavia ribadisco che dai cinici e dai mistificatori , almeno io e alla mia età,non ho proprio nulla da imparare .
Con stima ,ti auguro buon lavoro
Toti Costanzo

Nessun commento: