Video

Loading...

sabato 25 agosto 2012

AVVISO AL SINDACO E AL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE: SE ENTRO QUESTA SETTIMANA NON LI FARETE RIMUOVERE PROVVEDEREMO A DENUNCIARVI AI CARABINIERI PER OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO .


Certo che ce ne vuole di faccia tosta. Si presenta  davanti lo sbarramento organizzato con un vecchio rituale e con scopi che sicuramente approfondiremo nei giorni seguenti da un Ente, l’ANAS, che   appena i soliti , ciclici incendi puntuali in tutte le estati, si propagano per le montagne di Sagana la prima cosa che fa è chiudere  la strada che collega parte del nostro territorio con la città di Palermo e cu voli a ddiu su prea . La chiusura crea ,ovviamente, una forte preoccupazione. Il Sindaco di Borgetto, IL SOLO CHE HA MANIFESTATO FIN DA SUBITO  una forte iniziativa preoccupato per gli effetti devastanti che la chiusura apporta sopratutto  all’economia di quella città, si attiva immediamente. Quello di Partinico ha altro cui pensare .Il suo interesse è organizzare feste e festicciuole e dichiarare in tivvù le solite sciocchezze di cui parleremo . Ma soprattutto il suo interesse è quello di allargare il cerchio delle clientele per le prossime competizioni elettorali. A proposito: visto che il suo è un governo “civico” e lui ha ritenuto ricorrendo alla classica sceneggiata napoletana di liberarsi dall’appartenza( e il padrino Antonello Antinoro? E l’amico Saverio Romano? ) ad un Partito, cosa farà per le regionali? Secondo logica e serietà non dovrebbe sostenere alcun candidato. Sarà cosi’? Lo vedremo assai preso con chi si schiererà Intanto non disdegneremmo una nota dell’addetto stampa sulla questione. Dunque, dicevamo di “faccia tosta”. Si presenta davanti lo sbarramento della SS186 e si fa intervistare. Dice, in una prima intervista, che si occuperà della faccenda, che è sul piede di guerra per il danno che la chiusura provoca ai commercianti  mentre qualche giorno dopo aggiunge che  la chiusura costituisce  soprattutto  una vergogna perché “mio figlio che va all’Università ogni giorno ha bisogno di quella via ,che si tratta di un pobblema reale... ”. Aggiunge, però , che la Provincia non ha alcuna competenza su quell’asse viario ma porta con se sul posto due zuini del fantasma dell’opera, Giovanni Avanti ,che della Provincia è Presidente. Due zuini che non sono neppure Assessori( ammesso e concesso che anche costoro contino qualcosa)  ma semplici componenti di due Commissioni consiliari . Cioè nuddu ammicscati cu’ nnenti!. Sia il Sindaco Davi’ che alcuni consiglieri comunali di Borgetto presenti sul posto non lo  spernacchiano, forse, per pudore. Qualcuno avrebbe dovuto dirgli : ma perché ti occupi di una via che non è di pertinenza della Provincia mentre quando si tratta di problemi pertinenti non sei capace di alcunché ? E gli dovrebbero ricordare l’elisoccorso ancora chiuso, la chiesetta dei Parrini non agibile,i soldi della Provincia sminnittiati per Sagre del Polipo a Terrasini , pubblicazione di libri di suoi sostenitori, corsi di formazione fasulli ad associazione di stretta osservanza clientelare, screening sui problemi di cuore con l’aggiunta –a quanto pare- di “santini” propagandistici .Senza dimenticare il Parco sullo Jato e  la costituzione della riserva orientata sullo stesso fiume di cui non parla più da anni  E costui ha anche l’impudicizia di presentarsi , chiedere voti con lo scopo di occupare un posto all’Ars. Ma ve lo immaginate il dottore Enzo Briganò , sciacquino di Giordano  e Lo Biundo che diventa ONOREVOLE  alla stregua di La Loggia (padre) ,Alessi (padre) ,Mommo Li Causi ,Pancrazio De Pasquale, Pier Santi  Mattrella ? Certo oggi ci sono anche i Cracolici, i Vetrano, i Cateno De Luca , i Savona......Tutto questo   mentre i tabelloni abusivi che propagandano la sua candidatura sono collocati ancora li’in via Magistrato Giannola, Corso dei Mille,Via Principe  Umberto . AVVISO AL SINDACO E AL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE: SE ENTRO QUESTA SETTIMANA NON LI FARETE RIMUOVERE PROVVEDEREMO A DENUNCIARVI AI CARABINIERI DI PARTINICO PER OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO .  Non l’abbiamo mai fatto ma incominceremo ora.
Ma andiamo a Lo Biundo e alle sue sconsiderate dichiarazioni .Raccogliamo l’ultima perla rilasciata ieri a Tele Jato : se la Bertolino – risostiene inperterritoe il nostro giovane Sindaco-   dovrà  pagare al Comune di Partinico 2 milioni di euro per disastro  ambientale ciò accade solo perché la sua amministrazione si è attivata per “raggiungere questo importante obiettivo “. Si i perché dovete sapere che se la gallina del Comune  fa pipi’ per Lo Biundo  è sempre la sua Giunta che la provoca con la sua indefessa azione perché trattasi di  un “importante obiettivo raggiunto da questa Amministrazione”! . Onestamente devo ammettere che di fronte ad una simile sfrontatezza non ci sono parole. Ora ,tralasciamo il ruolo dello scrivente la cui firma è apposta su di un atto deliberativo della ultima Giunta Cannizzo che affidava all’avvocato Armando Sorrentino  il compito di ottenere il risarcimento dovuto alla nostra collettività per i danni ambientali ricevuti . Ma dico:  come si fa a non citare la battaglia,in quella estate del 1992 ,di Gino Scasso, Carlo Bongiorno, Nino Amato e altri, tanti, ambientalisti della nostra città che si spesero perché si arrivasse al sequestro degli impianti, alla chiusura per tre anni e alla sentenza definitiva della Cassazione che si pronunciò nel 1999 a favore del Comune di Partinico?  
C’è qualcuno in Giunta ( mi rivolgo, in particolare,  al professore Sergio Bonni,stimabilissima persona oltre che  vice Sindaco) che lo convinca a non parlare più in televisione ed affidare alla bravura della penna del suo addetto, per eventuali ma sempre fantasiose  e più utili dichiarazioni ?
Toti Costanzo 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sento in dovere di riportare i ringraziamenti a Toti Costanzo da parte del figlio del dott. Briganò.
Li ha scritti su facebook, non so se glieli ha fatti pervenire.

Erasmo Briganò
18 ore fa
"vorrei tanto ringraziare il sig. Toti Costanzo... la sua ossessione quotidiana fà capire molte cose...."

Toti ha detto...

Ringrazio Anonimo per avermi fatto indirettamente conoscere il pensiero , anche se assai enigmatico, del giovane Erasmo. Cercherò di decifrare . Intanto vorrei tranquillizzare il giovane rampollo che non sono stato mai ossessionato da alcunché e meno che mai dall’esimio genitore .E dunque non c’è niente da capire .Ho sempre trovato Enzo Briganò persona assai simpatica ma politicamente inaffidabile. E non lo dico io ma la stessa storia del consigliere . Dunque il dottore Brigano’ non essendo un modello di coerenza può rappresentare una garanzia per i suoi elettori e per la collettività?. Oggi lo eleggi, ad esempio, nell’UDC ,e domani?Dove te lo ritrovi, domani? E per sostenere quale politica? Capisci, caro Erasmo quale può essere UNO dei problemi che certamente non mi ossessionano ma sicuramente mi spingono a pensare . Per non tacere che essendo il dottore Briganò un rappresentante delle Istituzioni DEVE ESSERE IL PRIMO A RISPETTARE LE LEGGI E NON CERTAMENTE A VIOLARLE. Sei d’accordo che il dottore Enzo Briganò ,consigliere provinciale ed aspirante legittimamente a conquistare un seggio all’ARS, debba rispettare le leggi dello Stato? Oppure ritieni anche tu che essendo il genitore parte della cosiddetta “casta” può fare quel che più gli può essere utile alla faccia della legalità?
TotiCostanzo