Video

Loading...

sabato 18 agosto 2012

PUBBLICITA' TRUFFALDINA : NUATRI CCI' ACCUMINCIAMU CU' ENZO BRIGANO'




In data odierna abbiamo fatto pervenire ai Sindaci di Partinico e Terrasini e ai Comandi della Polizia Municipale  dei due Comuni ,un  Comunicato stampa che pubblichiamo in coda. 
Come si evince dalla nostra foto si tratta di far rimuovere con immediatezza dei pannelli collocati su dei balconi in via Magistrato Giannola e Corso dei Mille a Partinico e in via Partinico a Terrasini . I pannelli  che pubblicizzano DI GIA' la canddatura alla Regione siciliana del consigliere provinciale Enzo Brigano' .Sia chiaro, in questa richiesta non c'é nulla di personale se non quella di PRETENDERE IL RISPETTO DELLE LEGGI  PER ORA E PER DOPO (Regionali di ottobre, nazionali e comunali della prossima primavera)  . Enzo Briganò conosce perfettamente la considerazione umana che di lui abbiamo essendo persona assai simpatica  anche se le sue notevole capacità "saltatorie" non abbiamo mai condiviso ritenendo la COERENZA IN POLITICA   un importante valore che ,se viene meno, intacca se non il voto dei cittadini  sicuramente la serietà politica della persona .Certo nella vita si può anche cambiare. Ma Enzo incominciò a saltare fin da subito,cioé dalle elezioni comunali del 1994,   piroettando da sinistra in quanto socialista eletto in  Alleanza Democratica, alla destra di AN, per atterrare prima nel centro di don Raffaele scoprendosi sicilianista  ed ora nell'UDC con la vocazione a fare il  neo-democristiano . E l'UDC é Partito che conobbe i fasti dell'era splendida di don Totò che oggi si trova ricoverato, forzatamente,  in quel di Roma. . Enzo non si fece scrupolo nel tenere il moccolo ,per quattro anni neppure a don Peppino Giordano in qualità ,addirittura ,di suo vice pur ricevendo dallo stesso in quell'arco temporale,  una serie di "schiaffoni politici"  (gli tolse la delega ai Servizi sociali che Giugio diede a Vito Di Marco che, cosi', insieme ai suoi veniva inglobato  in Giunta ) che avrebbero demolito un toro. Ma Enzo ,seppur in ritardo,usci' da quella amministrazione comunale e ,siccome avi 'a scorcia rura comu chidda  ra buffa , continuò a saltellare imperterrito  per riapprodare ,subito dopo, nel  Consiglio provinciale accompagnato da una messe di voti che ne fecero il primo eletto della lista di AN del nostro collegio. Nel Consiglio provinciale ,a trasi e nesci ,galleggia ormai da almeno un ventennio e dove si é distinto sempre , a detta dei suoi colleghi, soltanto per la sua presenza che non é mancata mai .Anche cosi' fu durante il quadriennale con  Giugio. Come si suole dire in una parola , Enzo dentro le Istituzioni  vi ha messo sempre  "panza  presenza" non facendo mancare mai il suo interessamento AL NULLA  risultando prodigo di promesse. Vi ricordate l'elisoccorso? E la chiesetta dei Parrini? Per non parlare del suo impegno (sic!) per quel che riguarda i problemi dell'ambiente (rifiuti ed acqua)  , le questioni dell'irrigazione  nel comprensorio dello Jato ( i problemi della Cooperativa Consorzio irriguo e Consorzio di bonifica Palermo 2) tralasciando la viabilità provinciale ,le frane e le scuole .Tanto per citare :la risistemazione dei locali che ospitano la scuola alberghiera ,la cosidetta "Colonia" di Balestrate che va in malora ogni anno di più . Tutte opere in attesa di giudizio e di suoi interventi  anche se il consenso che riceveva era indirettamente proporzionale al suo inesistente impegno. Un fenomeno politico, quello di Brigano' ( ma é stato cosi' anche per Vituzzu)  oggetto di particolare attenzione degli studiosi che non riescono, ad oggi, a spiegare questo fenomeno sociologico e cioé : meno fai e più ricevi mentre più fai ( come quei poveracci dei Comunisti) e meno ricevi. Alle ultime provinciali ,infatti, dopo questo brillante  curriculum fu un plebiscito. Risultò il primo eletto nel collegio Partinico-Monreale con oltre sei mila voti. Adesso , dopo avere accarezzato l'idea di scontrasi con Lo Biundo per conquistare la poltrona del Palazzo Municipale e al quale Lo Biundo tenne il sacco prima sostenendolo alle comunali del 2008 e,dopo, addirittura affidandogli la storia politica di Mimmo quale Assessore al Bilancio che ,però, fu dal giovincello Sindaco umiliato e cacciato dalla Giunta, tenta la scalata all'ARS. Ovviamente in un nuovo Partito e comunque dopo che prima di lui in AN aveva tentato il germano .
Ora noi ,però, dopo avere visto i pannelli pubblicitari e aspettato inutilmente che qualcuno avesse denunciato l'abuso ,avendo aspettato invano ABBIAMO , OVVIAMENTE ,ROTTO GLI INDUGI E COME AL SOLITO CI SIAMO FATTI CARICO NOI DELLA ILLEGALITA' PROCEDENDO CON UNA DENUNCIA PUBBLICA . Pensavamo ,in verità, che il rispetto della legalità fosse sopratutto prerogativa del Sindaco che non deve limitarsi alle cicliche sceneggiate a cui on crede nessuno ,in via Foscolo, in via Fermi o in qualche bene confiscato alla mafia  o ,al più, del  Comandante della Polizia Municipale ,per non parlare dei consiglieri comunali TUTTI,  sia di maggioranza che di opposizione-   
Ora noi lo diciamo chiaramente al Sindaco, al Comandante della Polizia Municipale,ai Consiglieri comunali , al Capitano dei Carabinieri, al Commissario della Polizia di Stato, al Capitano  della Guardia di Finanza : NON PERMETTEREMO CHE LE STRADE DELLA NOSTRA CITTA' LE SUE MURA COSI' COME I BALCONI, I PALI DELLA LUCE, QUELLI DELLA VIABILITA', I CASSONETTI DEI RIFIUTI E OGNI ALTRO SPAZIO VENGANO OFFESI DALLA PUBBLICITA' ELETTORALE VOLGARE, ILLEGALE ,PREPOTENTE, INCIVILE, OFFENSIVA dei nuovi assaltatori che ciclicamente si presentano per occupare un posto nelle Istituzioni.. E, dunque cci' accuminciamu cu' Enzo Brigano'!
Toti Costanzo 


AL SINDACO DEL COMUNE DI PARTINICO
e pc: AL COMANDO DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI PARTINICO
AL SINDACO DEL COMUNE DI TERRASINI
e pc: AL COMANDO DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI TERRASINI
ALLA STAMPA

Il Circolo “Peppino Impastato” del PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA DI PARTINICO  informa le SS.LL. che sono stati collocati dei pannelli pubblicitari su balconi delle due città per propagandare la candidatura alle elezioni regionali del consigliere provinciale , Briganò ,di Partinico  e del simbolo del Partito che fu dell’ex Presidente della Regione ,Cuffaro, attualmente detenuto con sentenza definitiva nelle carceri di Regina Coeli in Roma.  . Come è del tutto evidente le citate tabelle pubblicitarie sono state collocate abusivamente e in violazione della legislazione in materia di propaganda non essendo stati neppure convocati i Comizi elettorali. Si aggiunge che trattasi anche di pubblicità ingannevole in quanto alla data odierna nessuna candidatura può essere presentata e  ratificata da organismi che non si sono né costituiti né convocati.
Per tali ragioni si chiede :
-al Sindaco di Partinico di fare immediatamente rimuovere i pannelli collocati a Partinico su balcone in via Magistrato Giannola al numero civico 43 e in Corso dei Mille su balcone al numero civico 270 ;
-al Sindaco di Terrasini relativamente al pannello collocato su balcone in via Partinico

 PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
CIRCOLO  “Peppino Impastato” DI PARTINICO
PARTINICO 18 AGOSTO 2012   




Nessun commento: