Video

Loading...

giovedì 10 marzo 2011

CRACOLICI IL MAGO ZURLI ' DELLA POLITICA SICILIANA

La cosa ha dell'incredibile! Mentre chiudono quelle poche fabbriche esistenti nella nostra Provincia, i disoccupati in Sicilia rappresentano un terzo della forza lavoro e tra questi la percentuale delle giovani arriva addirittura al 50% , i lavoratori della formazione protestano ad oltranza ,protestano quelli degli ATO dei rifiuti che non ricevono lo stipendio ed ogni angolo di città viene invaso dai rifiuti , i cittadini devono aspettare cinque ore dietro una porta per prenotare una visita , i Comuni sono in ginocchio ,le tasse e tariffe aumentate a dismisura,migliaia di precari assunti a diverso titolo raggiungendo cifre sbalorditive non trovano chi li dovrebbe utilizzare per fare funzionare teatri, biblioteche,musei ,verde, pulizia delle strade e delle piazze, l'ANAS intende mettere la tassa sulla nostra autostrada ,aumenta la crisi che vede centinaia di profughi trovare disperato rifugio da noi ,mentre accade tutto questo ed anche di più LORO, QUELLI DEL PD( tanto per intenderci i Cracolici e la sua compagnia) CHE FANNO ?
Protestano , strillano, sticchianu, lanciano improperi nei confronti degli avversari ,gli gridano “vergogna”( capite? Cracolici ,il professore universitario del ribaltonismo alla siciliana ,che grida vergogna a chi aveva vinto le elezioni ma si trova all'opposizione per  operazioni politiche  in cui il citato ha sempre manifestato il meglio di se!) li accusano di avere tradito gli accordi . Ma quali accordi? Gli accordi per l'approvazione di UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE PER L'ELEZIONE DEI SINDACI in Sicilia . Capite quali sono , OGGI , le priorità della nostra terra per il collega di Cuffaro col quale concordò una delle più grandi “vergogne” ,cioé la spartizione dei 90 deputati dell'ARS col la quale é stata fatta fuori la SINISTRA SICILIANA? E quale legge elettorale stà ulteriormente a cuore allo stratega dei giochi politici di corridoio, 'u mastru dei nottambuli cuncumeddi ? Quella di eliminare ,o al più ridurre a percentuali decenti, il vergognoso sbarramento posto al 5% per le elezioni di deputati regionali , consiglieri provinciali e comunali? Una nuova legge elettorale per ristabilire il principio che migliaia di cittadini siciliani non é giusto che non abbiano una rappresentanza nel Parlamento più antico e nobile d'Italia , nelle sedi delle Provincie o nei Comuni che hanno bisogno, oggi ancor di più, di politica ? Che questi cittadini hanno bisogno di politica e non certo di esaltazione del localismo anticamera del qualunquismo concentrato nelle liste civiche ,visto che lo sbarramento costringe anche i Partiti ,cioé l'organizzazione di uomini e donne con una dignità , una storia,regole, valori  ad abbandonare i simboli e ricercare, per sopravvivere, anche innaturali alleanze? No . Cracolici vuole una nuova legge elettorale per fare votare con due schede e cioé  una scheda per un candidato Sindaco e l'altra per il candidato consigliere anche se  di una lista diversa .Una legge su cui sul piano del principio tutti potremmo anche essere d'accordo anche se i siciliani hanno dimostrato  ,con la legge in vigore, di non essere degli imbecilli  nel senso che fino ad oggi  hanno eletto   il Sindaco che volevano .Glielo hanno spiegato  ad esempio, che a Partinico ,come in tutti i Comuni ,gli elettori anche votando con una sola scheda hanno sempre scelto il Sindaco gradito alla maggioranza degli elettori  e nel contempo ,decidendo liberamente, da quale consigliere farsi rappresentare anche se appartenente ad altra lista diversa dal candidato Sindaco che hanno votato? Glielo hanno spiegato gli zuini del luogo che a Partinico Gigia Cannizzo con quella legge ,per ben due volte, é stata scelta LIBERAMENTE dai suoi concittadini preferendola a politici di lungo o medio corso come l'avvocato   Vito Giovia o l'ingegnere Alfredo Cannone o a uomini del calibro politico-elettorale di Pino Lombardo  e che Peppe Motisi é stato scelto LIBERAMENTE al posto ,per esempio, di una personalità politicamente ed elettoralmente notevole  come Vito Di Marco , cosi' come liberamente sono stati scelti Giordano e Lo Biundo  che sono stati preferiti, PER SCELTA , ad altri anche se oggettivamente più validi politicamente ed anche più rappresentativi?Ma é di questo che ha bisogno la Sicilia oggi ?E' di questo che hanno bisogno i giovani disoccupati, i precari, le imprese piccole o grandi che vanno al fallimento, la nostra agricoltura ,la sanità,le scuole siciliane ? Ma c'é qualcuno che ci spieghi cosa effettivamente cerca con tale diversivo  IL MAGO ZURLI' DELLA POLITICA SICILIANA, STRATEGA IN LEGGI ELETTORALI POLITICAMENTE FASULLE ,STUDIOSO DI MEANDRI E  CUNICOLI  PARLAMENTARI?
 Toti Costanzo

Nessun commento: