Video

Loading...

mercoledì 1 giugno 2011

IL SINDACO CHE SI INCHINA AI POTENTI E FA CACCIARE DAL COMUNE IL POVERACCIO!

Devo ammettere che prima di scrivere questo post ho a lungo meditato. Pensavo e ripensavo a quel che mi era stato riferito. Si trattava di una fonte attendibile? Certamente. Tuttavia durante l'ascolto del racconto saliva una rabbia incontenuta che, sicuramente, stravolgeva il mio viso alterandone anche il naturale colore. Dicevo a me stesso che non era possibile che nella nostra città potessero ancora accadere queste cose,quotidianità certo durante la cosidetta prima repubblica ed originate con la fine dell'ultima guerra quando la miseria dalle nostre parti si “tagliava col coltello” e continuata, poi ,fino alla fine degli anni '90 quando sembrava che la classe politica di governo avesse tagliato con queste consuetudini miserabili che umiliavano chi già umiliato era per mancanza di lavoro o per altri impedimenti sociali. E  tali metodi erano durati decenni ,umiliato intere generazioni, ingrassato di voti alcuni miserabili politicanti della prima repubblica privi di scrupolo, dignità, rispetto delle miserie dei poveri.
E li vedevi , questi sepolcri imbiancati, avere la spudoratezza la domenica o durante le feste comandate,di entrare  dentro le chiese con fascia e senza fascia ed inchinarsi davanti una immagine sacra perché tutti fossero partecipi della loro ipocrita devozione. Tu mi dai i voti della tua famiglia ed io scrivo quanti me ne dai. E scrivo anche la sezione elettorale dove voti perché non ci siano dubbi che i soldi,le promesse, le illusioni che ti dò vanno ben investiti .E trovavi come nei quartieri popolari, la dove più forte era bisogno, li' si votava DC,PSI,PRI poi PSDI ,per continuare con F.I.,CCD,CDU,UDC,UDR,UDEUR e chi ne ha più ne metta . Li' si votava l'Assessore di turno, il consigliere spregiudicato ,quello che poi veniva a sua volta in ragione dei suoi servigi , gratificato col “posto” in una banca, al Comune,alla Regione, alla Provincia, all'ESA, all'Istituto zooprofilattico, infermiere o amministrativo negli ospedali. Un sistema costruito sul bisogno.
OGGI é ancora cosi'? Si, é ancora cosi'. Dunque,oggi, un poveraccio padre di famiglia con moglie disoccupata e figli a carico ,con una invalidità all'85% per la quale percepisce poco più di 250 euro al mese, viene sfrattato dall'abitazione in affitto in quanto , avendo perso anche quel poco di lavoro che riusciva ad espletare , non é stato più nella condizione di continuare ad onorare l'impegno contratto con il proprietario dell'abitazione . E il proprietario per spirito umanitario e di solidarietà ,per un anno ,ha consentito al poveraccio di abitare l'appartamento non richiedendo alcunché .Poi, ovviamente ha dovuto ricorrere allo sfratto non essendo quel malcapitato nella condizione né di pagare né di ottenere un alloggio, anche temporaneo, da parte del Comune di Partinico, cui ripetutamente e disperatamente si era rivolto . Eppure , e loro ne sono a conoscenza, alcuni alloggi sarebbero disponibili. “Perché non me ne assegnate uno?” chiede e aggiunge: ”Voi lo sapete che ci sono alloggi non occupati, alloggi occupati abusivamente, famiglie che dispongono di altre abitazioni e mantengono quello dell'IACP . Voi lo sapete che vi sono assegnatari che i loro alloggi li affittano agli altri. E sapete anche di famiglie che mantengono l'alloggio anche se abitano in altre Regioni”.La risposta é : “Lo sappiamo, non ci possiamo fare niente ma se vuoi un alloggio fai come fanno gli altri :VAI A SCASSARE ”.  Ma il poveraccio non vuole “scassare” , mettersi cioé contro la legge  e paradossalmente per questo ,VIENE PENALIZZATO. E piuttosto che essere premiato PERCHE' ESEMPIO REALE DI RISPETTO DELLA LEGALITA' ( quanti mistificazioni ,quante sceneggiate in questi giorni a Partinico su questo tema!Quanti sprechi ,quante vuote ed ipocrite parole!Quanti personaggi scandalosi ne parlano infangando la memoria di chi per la legalità ha perso la vita!) viene cacciato dal Comune cui si é ,giustamente e ripetutamente , rivolto. IL SINDACO LO BIUNDO NON SOLO NON LO RICEVE MA CHIAMA I VILIGILI URBANI E LO FA ALLONTANARE. Perché i poveracci sono effettivamente petulanti e fastidiosi! E la denuncia ai Carabinieri? E quella ai Vigili Urbani? Archiviate! Ma come fa a vivere e mantenere la famiglia, in attesa d'essere cacciato dalla sua attuale dimora ? La pietà, la solidarietà di tante persone per bene . E se chiede un contributo al Comune? “NON ABBIAMO SOLDI”- é la risposta- “PERCHE' IL CONSIGLIO COMUNALE HA ASSEGNATO POCHE SOMME ”. Ma il Consiglio comunale non é in maggioranza a sostegno di questa amministrazione comunale'? E allora chi gli impedisce ,nella formazione del Bilancio, di concretizzare una vera politica della solidarietà svincolata da quei ripugnanti metodi che vi vedono ancora “comprare” i voti e la coscienza dei poveracci? E perché ,in uno stato di cosi' grave emergenza abitativa invece di ristrutturare il bene confiscato ai Vitale in via Foscolo per  darlo ai tanti ingordi  traffichini che mettono su ipotetici Centri CLIENTELARI con la scusa di aiutare qualcuno  con i soldi della compiacente Provincia di Palermo  o sponsorizzato da  UNA SENATRICE BERLUSCONIANA  ,non si realizzano appartamenti per uso abitativo per quanti si trovano in grave stato di difficoltà?
Si, siamo ritornati indietro ,ritornati ai vergognosi metodi della Prima repubblica con la variante dei banchi alimentari gestiti da privati (ovviamente non ci riferiamo all'apprezzabile attività di aiuto ai bisognosi da parte della Caritas , della S.Vincenzo o dalle Parrocchie) ,somme  frutto del ribasso assegnate a cooperative che gestiscono servizi comunali e che le utilizzano SU INDICAZIONE DELL'ASSESSORE, DEL SINDACO O DEL CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA DI TURNO . I metodi   dei quale una intera generazione di persone per bene si era impegnata a debellare ritenendo, ingenuamente, d'essere riusciti a fare pulizia, immettere aria fresca, ossigeno affidato ai nuovi giovani amministratori .Poveri illusi ,inguaribili comunisti! Ma in quale cazzo di mondo pensate veramente di vivere?
Toti Costanzo

2 commenti:

Antonino Partinico ha detto...

Spero che non me ne voglia nessuno, sono cocciuto, di una testardaggine che ha pochi eguali, “lungo il cammin della mia vita “ quando ho voluto conseguire un obiettivo, specialmente se condiviso, mi sono impegnato con tutte le mie forze fino a raggiungere il guado. Perciò insisto, alla luce della rivoluzione elettorale in campo nazionale, non possiamo non trarre quanto di positivo c’è stato e le modalità con cui sono stati ottenuti i risultati. Intanto, le passate Amministrative ci hanno detto una cosa molto semplice e cioè che, a vincere sono state le coalizioni, quindi, la dove il centrosinistra si è presentato unito ha vinto. Certamente una mano di aiuto l’ha avuto dallo stesso Premier e non solo per il bunga – bunga o per le stupidaggini, che le donne belle sono solo quelle elette nel PDL o perché la gente di sinistra non si lava e potrei continuare, ma perché il centrosinistra si è saputo organizzare in tempo utile attraverso le primarie, detto questo, insisto, e insisterò tante altre volte affinchè il mio grido venga ascoltato, venga raccolto e trasformato in operazione concreta e decisiva per arrivare alle primarie prima possibile, intendendo entro e non oltre l’anno in corso se si vuole ottenere il migliore risultato possibile nell’esclusivo interesse di Partinico e della sua gente. Ovviamente le primarie sono solo un approdo e non un traguardo, il traguardo lo si raggiunge con la elezione di un sindaco e di una giunta democratica e di centrosinistra. A supporto di quello che dico, ci sono i risultati di Milano, di Bologna, Torino, Cagliari, Trieste, Pordenone, Vicenza, Napoli, della stessa Arcore ecc. In questo momento, dopo tali risultati, siamo contenti e felici ma “non possiamo inseguire la felicità perché lei, a fatica sta inseguendo noi “.
Come nel recente passato, non ci possiamo perdere in mille rivoli o in riunioni interminabili cercando di dividere il capello in 4, bisogna fare riunioni produttive e indicare i candidati sindaco da portare all’attenzione dei cittadini e attraverso le primarie individuare il prossimo candidato sindaco. E’ giunta l’ora che si dia vita ad un comitato rappresentativo di tutti i partiti di sinistra, a movimenti, comitati, società civile tutta e partire a testa bassa per effettuare le primarie.
Antonino Partinico

Toti ha detto...

D'accordo, caro Antonino , ma mi permetto di dirti che bisogna usare tanta cautela. Sopratutto nella nostra città dove non tutto é chiaro. Tu dici che bisogna discutere ed io sono d'accordo se ,però, chiariamo che a Partinico il PD- o la sua parte preminente - non ha nulla a che dividere con la storia della sinistra in questa città .Dunque incontri con chi ha una vera storia di sinistra.O anche con altri soggetti che hanno altre storie ma che siano assolutamente migliori di noi.Ma non certo con chi abbiamo sperimentato ad abundantiam .Per evitare una nuova riproposizione di modelli sperimentati, fallimentari, disastrosi sopratutto per noi e per la nostra città.
Toti Costanzo