Video

Loading...

sabato 8 dicembre 2012

GHINO DI TACCO, OVVEROSSIA COME TI TRASFORMO UN SINDACO IN UN BRIGANTE



Senza provare alcuna vergogna per quel che sta combinando ,Lo Biundo ha vestito i panni di una rinnovata e corretta versione del trecentesco brigante Ghino di Tacco  che  spennava le povere vittime quando capitavano sotto tiro .Un po’ quel che avveniva prima, durante e subito dopo la seconda guerra mondiale  quando i malavitosi locali ,e anche della zona,si mittianu ‘o passu ‘o ponti di Taurro e spogliavano di tutto i contadini che su  carro o su mulo trasportavano frumento, frutta, verdure e quanto era possibile ,all’epoca ,coltivare  quale sostentamento. E il nostro neo Sindaco Ghino  sta spogliando di quel poco che ancora resta alla nostra popolazione .Aumenta al massimo l’IMU sulla seconda casa CHE  NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NON E’ CERTAMENTE UN LUSSO ma l’insieme di sacrifici decennali di quel ceto impiegatizio e professionale che pensava di avere raggiunto l’agiatezza nel momento in cui si  trasferiva d’estate nella proprietà avuta in eredità o acquistata con sacrifici e stenti e dove ,costruendo una seconda casa,casetta o villetta aveva riversato i sacrifici di una intera vita..Il Sindaco Ghino  aveva già imposto  alla nostra comunità dissanguata, stremata, soffocata da tasse e balzelli anche il raddoppio dell’IRPEF ,altra odiosa tassa sui redditi certi su cui succhia anche la regione ,dopo avere già appioppato un bel 2,39 euro al metro quadro delle nostre abitazioni per un servizio di raccolta  smaltimento dei rifiuti la cui funzionalità ed efficienza è  ,proprio in questi giorni, all’apice della vergogna isolana .Una cosa inaudita e  sconcertante che non ha alcun riscontro negli altri Comuni siciliani . Eppure sono tantissimi quelli  che navigano in un mare in tempesta per la scarsità di risorse che provengono dalla Regione e dallo Stato ma nessuno si è permesso di agire come ha fatto Ghino .E sapete qual'é stata l'esilarante ,incredibile, strepitosa risposta (giuro che é la verita|) a chi ebbe a sollevare tale  critica? Disse Ghino:(testuale) :" Ho aumentato le tasse perché in caso contrario l'avrebbe fatto, e di più ,il Commissario inviato dalla Regione". Come di più? Ma se tu l'hai portato al massimo possibile cosa avrebbe dovuto aumentare il funzionario regionale? 'A fellata d'Agnino ? 
Dunque i cittadini (ma anche i consiglieri comunali della opposizione) si chiedono  perché accade questo mentre il Sindaco Ghino “li lascia sbattare” in quanto preferisce non sentire  e non parlare facendo finta di non possedere alcuno strumento di comunicazione . Salvo quando non debba girare la piumata ruota multicolore davanti le telecamere pavoneggiandosi con l’arrivo di ipotetici finanziamenti dalla Comunità  , con la Poli dell’ingegnere Iemi che si farà, con improbabili delocalizzazioni di distillerie che si potranno realizzare quando qualche sciagurato legislatore  non stabilisca che i rifiuti ,come le vinacce ,un giorno potranno finire nei termovalorizzatori per essere bruciati. In verità bisogna dire che , comunque ,Ghino ogni tanto risponde. E lo fa, manifestando sempre palese irritazione che rasenta spesso la volgarità soprattutto  quando attraverso il suo ventriloquo risponde ai comunisti che senza neppure essere rappresentati in Consiglio comunale pretenderebbero, a suo dire,  di conoscere il bilancio, le spese allegre per amici ed affini,le ragioni per cui un esercito di dipendenti non viene utilizzato al meglio o perché affida i beni nostri a clienti elettorali o quando non li dà a qualcuno ,finci organizzato in associazione o cooperativa di comodo , li abbandona al degrado o quando tocca il tasto della Policentro della quale ci sfuggono i suoi REALI interessi (c’entra ,forse, qualcosa il fotovoltaico?) mentre compendiamo e ,ovviamente, giustifichiamo quelli degli “artigiani”.  L’ultima denuncia dei comunisti –per esempio- si riferisce allo stato di  abbandono  in cui versano i locali scolastici costruiti con i soldi dei partinicesi nell’azienda agraria di Bosco Falconeria mentre gli alunni dell’istituto alberghiero devono fare i doppi turni per mancanza di aule che a Bosco sono disponibili e belle e pronte. Ma Ghino su tale  questione tuona contro il suo ex  amico-Presidente della Provincia Avanti  (lui ora spera di entrare nel “giro” di Crocetta introdotto dall’intrepido Cracolici seppur, costui, in bassa fortuna ) mentre , invece, dovrebbe anche spiegare (noi, in verità le ragioni le conosciamo bene e fin dal 1 settembre 2008 .Dice niente,per esempio, la nota protocollo n.7833 -Servizi comunali integrati RSU S.P.A a firma di Lo Biundo  ?) ) quali siano state le ragioni per cui massacrò e fece politicamente massacrare dai suoi amici sindaci-killers ,l’avvocato Giacomino Palazzolo quando questi fu Presidente del Consiglio di amministrazione della società servizi comunali integrati mentre continua a mantenere, insieme ai suoi sodali , l’avvocato liquidatore che se non fa peggio di Palazzolo poco ci vuole .Per esempio l’ultimo bilancio  della società presentato nel 2010 da Palazzolo fu di 5.313.369,66 mentre Geraci in soli due anni  di sua gestione l’ha portato a 5.948.798,35. Ovviamente ci riferiamo soltanto al costo del servizio per il solo Comune di Partinico.“Quisquiglie” come direbbe Totò. Ma se continua ancora con questo ritmo voi non pensate che ,prossimamente ,quel 2,39 a metro quadro potrebbe lievitare ancora? Ma noi della vicenda ATO rifiuti ci occuperemo più da vicino dopo avere approfondito quanto scritto e detto dall’ex assessore Parrino che di rifiuti si occupò con interesse e dovizia di particolari interessanti . 
E tutto questo avviene con il supporto acritico di una maggioranza di consiglieri comunali che lo sostengono e che  stanno consegnando alla storia della città la nascita e crescita di una nuova genia di roditori dalle sembianze umane che presi singolarmente sono anche delle bravissime persone, dei giovani pure simpatici ,ma che messi insieme “ a branco” costituiscono un aggregato che si stà spolpando pure l’osso manciannu ‘a cristia a noi poveri contribuenti . Dunque Ghino non risponde alle continue critiche e  rilievi .E poi perché dovrebbe informare anche ai suoi concittadini di quel che fa e che accade dentro il Palazzo? Lui è un “uomo che non deve “  come nella reclame  della Denim After Shave  Ma perché si è arrivati a questo? Perché siamo quasi alla bancarotta? .Perché si è dimesso Enzo Cusumano che da sempre si è occupato dei conti comunali  e conosce ,come soleva dire Cola sempre per questioni economiche riguardanti il nostro Comune , “la questione bilancio  per fattore pelo” ? No,non la ricerca del pelo nell’uovo ma il convincimento da parte dell’ex funzionario che chiunque vorrà approvare il bilancio di previsione (sic!) 2012 dovrà costruire un falso clamoroso. Lo stesso falso cui ebbe a ricorrere l’ex assessore Mimmo Briganò. Vi ricordate i due milioni di euro che al Comune dovrebbe versare la Bertolino per danni ambientali arrecati ed inseriti nel bilancio 2010 ? Si infilarono due milioni di euro come se questa somma fosse effettivamente e da subito esigibile e ,quindi, spendibile quando tutti erano al corrente che la Bertolino quei soldi non li sborserà mai fino a quando a deciderlo definitivamente non sarà un giudice amministrativo. E allora campa cavallo!.E se per bilanciare oggi provassimo ad inserire ,per esempio,  un tre milioncini di euro finci che li debba sborsare Iemi ,o chi per lui ,quali oneri per realizzare la Poli ?Che dite ,non sarebbe una trovata alla stregua della precedente? Pensate che si possa fare? Vero è che l’ingegnere Iemi ha oggi altro cui pensare e non solo per il processo in corso in quel di Sestu in Sardegna e sempre per centri commerciali che sono la sua passione ,vocazione ma anche  dsperazione  ,ma soprattutto a Quintano dove non solo la Guardia di Finanza ha acquisito le carte delle procedure di autorizzazione ma il Consiglio di Stato  ,a seguito di ricorso presentato dal Comune di Palazzolo sull’Oglio,ha deciso “una istruttoria di approfondimento fermando il progetto fino all’udienza prevista per il 12 marzo 2013” . Dunque  voi dite che Ghino lo spennatore ,continuerà  imperterrito fino all'ultimo e come se nulla fosse ,con l'ausilio anche di questo commissario regionale che avrebbe già dovuto  costringerlo a presentare subito il Bilancio 2012 mentre é silente pure lui? ?  E se, per esempio, il popolo decide che sarebbe l’ora di 'ncazzarisi?
Toti Costanzo

4 commenti:

Anonimo ha detto...

le cifre di bilancio che riportate, si riferiscono al solo Comune di Partinico? Vero?

Toti ha detto...

Certamente. Toti Costanzo

Anonimo ha detto...

cosa direbbe questa nota di cui parlate?

Toti ha detto...

Per Anonimo: la nota dice che per il 2012 il costo del servizio di raccolta (si fa per dire!) dei rifiuti costa al Comune di Partinico la somma di 5.948.798,35.Toti