Video

Loading...

martedì 25 dicembre 2012

NO, NON CE LA SENTIAMO DI AUGURARE PURE A LORO BUON NATALE!




L’anno politico amministrativo 2012 per l’immagine di  Biundo e soci  ,ma soprattutto per gli interessi della nostra città , è stato davvero  un disastro. E non solo per il ridicolo di cui si é coperto il Sindaco anche con la vicenda esilarate dell’albero di Natale che avrebbe dovuto  essere collocato da tempo in piazza Duomo ma che scompare  per ragioni che ,ovviamente, i soliti Lo Biundo o Pantaleo addebitano sempre alla responsabilità degli altri ,quando invece dovrebbero fare una profonda, seria autocritica e dire che come per tutte le altre più serie cose della vita della città operano con assoluta improvvisazione ,pressappochismo ed  infantilismo. L’idea del “programmare” contrasta ,ovviamente, con la loro idea di governo della cosa pubblica .Loro  gestiscono alla giornata avendo in tal modo la possibilità di operare con ampi margini di discrezionalità che altro non é se non il vecchio antico sistema della clientela molto spesso meschina oltre che volgare . Programmare significa individuare per tempo i problemi, socializzarli con le categorie o con i soggetti interessati,inserirli in un piano di interventi temporali ,avere individuato le risorse economiche ma anche gli  uomini e i mezzi necessari alla risoluzione . Troppo faticoso , troppo stressante ma, soprattutto ,troppo democratico .E invece che si fa? Un giorno ,per bilanciare ,aguzzano l'ingegno e mettono in vendita delle aree  .Ma sono certi che su quelle aree- almeno su di una di queste-  non ci siano vincoli ? Che siano ASSOLUTAMENTE  nella disponibilità del Comune ? E l'altra area in vendita comprende oppure no  anche quella che é stata di recente recintata? E nel caso fosse del Comune ,chi ha provveduto alla sua recinzione ?Sarebbe interesse dei consiglieri comunali conoscere le risposte considerato che saranno loro a dovere deliberare.Ma per dimostrare agli altri l'idea che coltivano della gestione della cosa pubblica ,che fanno ancora ? Ti tolgono la buca,il divieto o l’albero davanti la tua porta se lo chiedi come favore . Ma la buca non la coprono , il divieto non lo pongono e l’albero non lo tolgono se il cittadino interessato lo reputa e lo sostiene come un  diritto per la  sua sicurezza e non intende, dunque, avere alcun obbligo . Inviano gli operai del Comune in quella scuola dove la dirigente scolastica è melliflua e fa il lecca lecca quotidiano mentre non li inviano ,o sono restii a farlo  in quell’altra scuola   ,perché la dirigente ritiene che al Comune non si debbano chiedere favori ma gli  interventi costituiscono obbligo per gli amministratori e diritto del mondo della scuola perché questa sia sempre più funzionale ai processi educativi  Ma costoro sono convinti che operai del Comune siano a loro esclusivo servizio e non ,invece, pagati dalla collettività . Ma se non basta ti realizzo la sistemazione di un’area pubblica piazzandovi al centro un bel Padre Pio trasformandola , di fatto, in area privata e assegnata alla ennesima associazione costituita ad hoc ,bonificandola anche con l’utilizzo degli operai del Comune e spacciando  il  tutto come piccolo privilegio per un gruppo di cittadini che avrebbero, al contrario, il diritto d'avere un Comune che deve intervenire OVUNQUE  ce sia un bisogno e per una OGGETTIVA necessità .Con o senza la collocazione di una statua  .Ma i soci doveva "togliersi l'obbligo" con l'assessore per cui li abbiamo visti sguinzagliati  durante la recente  "Campagna" elettorale per le regionali alla ricerca di voti per un ex deputato anche se risultato, poi, sonoramente  trombato.Un classico ,ma é' andata male .Pazienza,si rifaranno la prossima volta .E non è che i precedenti anni , a partire dallo insediamento dell'attuale Sindaco nel 2008, siano stati migliori  di questo che finisce .Ma questo ha superato tutti i limiti della decenza. Pensate: a Natale ,cioè sostanzialmente alla fine dell’anno, non è stato ancora approvato il BILANCIO DI PREVISIONE 2012.“previsione” dovrebbe , fino a prova contraria,significare il  “prevedere” per il 2012 quel che si dovrebbe realizzare durante l'arco dell'anno. Dunque alla fine del 2012 costoro ( e il Consiglio comunale dovrà ubbuccari 'u cantaru ) devono prevedere (sic!) quel che nel 2012 avrebbero già dovuto realizzare!Ovviamente, come per il resto,  la colpa non è del Sindaco ma di chi non gli dà i soldi per  amministrare per cui  ha dovuto, per forza ,aumentare le tasse ,calcare la mano per poi tramite i porgitori di microfono che grazie a dio da noi non mancano mai, chiedere persino scusa ai cittadini di quello che combina sulla loro pelle .Cosa da fare sconcertare perfino quegli amministratori della prima repubblica -cioè il peggio che espressero i governi cittadini sempre a guida dicci’ e sempre con l’ausilio interessato del PSI ,PRI-PSDI  - che ,oggi, vengono additati da questi giovani arrampicatori quale negativo esempio di amministrazione pubblica .Quante volte gli abbiamo sentito dire con certo disprezzo dei vecchi amministratori  dal passato impresentabile, delle loro malefatte? E loro, invece? Si sentono meno marci di quelli che li hanno preceduti ?Pensano davvero che dopo di loro c’è soltanto il diluvio?  Costoro, a nostro modestissimo parere sono politicamente marci fino al midollo e senza possibilità di guarigione neppure ricorrendo ad un  trapianto benefico . In una parola costoro hanno fatto impallidire per incultura,insensibilità, incapacità ,inettitudine, inefficienza, inefficacia persino  quei vecchi tromboni di cui noi comunisti pensavamo, in senso politico,  tutto il male possibile . Non avevamo visto ancora niente di quel che sarebbe accaduto  con l’inizio del nuovo secolo nel senso che pensavamo con la fine dei vecchi Partiti borghesi , d’avere eliminato dalla scena e spazzato tutto il marciume che si annidava in quei vecchi e decrepiti contenitori per costruire davvero un mondo migliore possibile .Ora ci accorgiamo che è vero quel detto che recita “al peggio non c’è fine” e che non solo non avevamo spazzato alcunché (neppure ‘a munnizza che invade ogni angolo del nostro territorio) per cui le vecchie generazioni di democristiani e contorno , politicamente parlando,  di fronte a costoro altro non erano se non dei veri e propri apprendisti stregoni . E noi comunisti a dire ,durante la prima repubblica, che i dicci’ e le loro ruote di scorta rubavano, dilapidavano,inquinavano, corrompevano , costruivano clientele , alimentavano il nepotismo alla faccia dei poveri (e per di più si intrecciavano con la mafia locale) ma che tutto questo avrebbe dovuto avere una fine  .E segnalavamo denunciando ,a mò di esempio, come le  banche si riempivano ogni giorno di più di  figli, mogli, amanti,cugini e consanguinei a vario titolo della vecchia class e dirigente,cosi’ come si riempivano di prole e appendici varie gli uffici della Provincia , dei Comuni, della Regione, della scuola, i Ministeri ,le Camere di Commercio, le aziende partecipate .La dove si apriva un varco ,‘na ngagghidda, si intrufolava un galoppino elettorale, un cliente di quei vecchi Partiti. .ESATTAMENTE COME AVVIENE OGGI  con l’aggravante che costoro sono diventati delle vere e proprie idrovore succhiando , attraverso quel che ancora resta , le poche risorse di cui ancora la classe media dispone. Sentire Lo Biundo inveire contro il governo Monti - come ha fatto anche ieri- con lo scopo di rifarsi una verginità (un concetto esattamente opposto a quell’  "oggi abbiamo sverginato Borgetto” cui faceva enfatico riferimento Mimmo Provenzano in una recente intervista e a proposito del pizzo da non pagare alla mafia locale) ci è parso l’epilogo di una farsa da tempo recitata e che avrebbe fatto da folklorisico quanto indispensabile contorno in uno dei tanti film dei nostri indimenticabili Franco Franchi e Ciccio Ingrassia.  No,onestamente anche se ce ne dispiace , non ce la sentiamo di augurare al Sindaco di Partinico e alla sua ristretta corte "Buon Natale" .A lavoratori in lotta, ai disoccupati, ai cassaintegrati,ai poveri della nostra città sostenuti soltanto dalla carità cristiana e laica, ai giovani senza prospettive, alle donne ed agli anziani tutto il nostro affetto , sostegno e solidarietà oltre che impegno di lotta . A loro UN BUON NATALE  COME NASCITA DI UNA NUOVA PIU' UMANA SOCIETA'
Toti Costanzo

2 commenti:

Anonimo ha detto...

certo che Lo Biundo sembra una comparsa dei film di Stanlio e Onlio. E' proprio ridotto alla frutta

Anonimo ha detto...

certo che Lo Biundo sembra una comparsa dei film di Stanlio e Onlio. E' proprio ridotto alla frutta