Video

Loading...

venerdì 30 maggio 2008

IL MANIFESTO ETICO, FRANCESCO, GIANLUCA E TELE JATO

Su Libera Mente abbiamo letto un post a firma di Giuseppe Viola il quale rilevava contraddittoria rispetto agli intendimenti del MANIFESTO ETICO DEL VOTO LIBERO pubblicato sul nostro sito, la presenza quali collaboratori di Tele Jato, cioé di due candidati del nostro Partito, Francesco Buzzotta e Gianluca Ricupati che, quest'ultimo, del Manifesto era propositore. Non abbiamo ben compreso le ragioni di tale intervento e sopratutto il nesso esistente tra il SIGNIFICATO ED IL VALORE DEL VOTO che deve essere LIBERO e su cui, pensiamo, sia d'accordo anche Giuseppe Viola e la collaborazione di due persone che con grande spirito di sacrificio danno sostegno e solidarietà ATTIVA ad uno strumento di informazione alternativa, sicuramente antimafiosa e democratica al punto che quell'emittente non viene preclusa ad alcuno tranne, ovviamente, ai denigratori della stessa. Una collaborazione quella di Francesco e Gianluca che nasce da lontano e, assolutamente disineteressata, fatta di sacrifici dell'uno e dell'altro, sottraendo tempo alla famiglia, al lavoro e allo studio e che, conclusa la campagna elettorale, li vedrà continuare a sostenere l'emittente, come ad oggi hanno fatto e NEL MODO PIU' SERIO, QUALIFICATO E SOPRATUTTO DISCRETO. La loro presenza nella nostra lista (e di questo noi vantiamo orgoglio) altro non é se non un transitorio servizio dato ad un Partito del quale non necessariamente si debba essere militanti (Francesco Buzzotta come altri, infatti, non lo é) ma di cui si condividono valori, obiettivi, intendimenti.
Dobbiamo dire con amarezza che Tele Jato, nel tempo anche recente, purtroppo ha avuto collaboratori con altri più interessati e non nobili scopi. Dunque non solo rivendichiamo il diritto di sostenere i valori del Manifesto e troviamo assolutamente coerente la proposizione del Manifesto etico, ma abbiamo l'orgoglio di sapere che, ancora ad oggi, c'é chi si intende spendere per gli altri. Francesco e Gianluca lo lo fanno per UNA INFORMAZIONE LIBERA, tanti cattolici di cui intendiamo citare per tutti il prof. Cartosio, lo fanno con spirito cristiano. E lo fanno attraverso le Associazioni di volontariato (ovviamente quelle serie e non certo quelle truffaldine e clientilari) loro, uomini e donne che nel silenzio e nell'anonimato, operano per gli ultimi. Esattamente come fanno i Comunisti.
Ci piacerebbe sapere, ad esempio, che Giuseppe Viola pur continuando nel suo diritto di critica scegliesse, fin da domani di sostenere, come Francesco e Gianluca la libera informazione e nello specifico non solo la collaborazione con Libera Mente ma sopratutto con Tele Jato che noi in tempi lontani, quando le abbiamo dato vita, l'abbiamo pensato come "L'ALTRA TIVVU' "
Toti Costanzo Segretario del Partito della Rifondazione Comunista di Partinico

Nessun commento: