Video

Loading...

domenica 21 luglio 2013

A VITO E MIMMO DICIAMO CHE SULLE ZFU SONO VITTIME DEL LORO STESSO SISTEMA CLIENTILARE

 

PREMESSA D’OBBLIGO  : in questi cinque anni di Lo Biundo e della sua cerchia con la quale ha governato la città ,abbiamo parlato abbastanza. I giudizi dati , giudizi politici, non siamo disposti a rimangiarceli sol perché è stato rieletto sindaco di Partinico per grazia ricevuta . Al contario. Per cui stabilito in maniera definitiva quel che di costoro noi pensiamo (sempre pronti a rivedere,però,  i nostri giudizi alla luce non delle parole ma DEI FATTI POSITIVI INCONTESTABILI  di cui potrebbero anche essere protagonisti ),nel prosieguo ci occuperemo non di loro ma delle loro azioni amministrative, dei fatti politici di cui loro sono attori , del loro ruolo e degli effetti sulla governabilità della città di Partinico . E perché no, anche dei loro piccoli e grandi affari se continueranno a coltivarli come noi pensiamo ,del tentativo di delegittimare con la menzogna quanti loro reputano “NEMICI “ soprattutto quelli che non intendono pacificarsi con alcunché visto che non sono stati mai in guerra con nessuno .Tra costoro ,ovviamente, ci sono anche i Comunisti che  per cultura e storia aborriscono ogni guerra ,anche quella che usa le parole come pietre. Diremo,però, delle soperchierie ai dipendenti non asserviti,delle "cambiali elettorali" che hanno pagato e pagheranno PRIMA , DURANTE E DOPO la campagna elettorale . Punteremo l’attenzione sulle cose  . E lo faremo non certo per ripicca, né per il gusto di offendere le persone o per altra immotivata ragione , né per condizioni umorali o di ciclo intellettuale. Lo faremo come lo sanno fare i Comunisti che seguono le dinamiche dei fatti ,le vicende della Società in cui vivono ed operano perché sono INTELLETTUALMENTE CURIOSI, perché usano gli strumenti della conoscenza ,dispongono della capacità di analisi e poi denunciano se all’opposizione politica di un governo o contribuiscono fattivamente alla costruzione del NUOVO se al governo invece sono. Lo faremo perché i Comunisti hanno un ruolo, UN PARTITO che va oltre il tempo  , una passione, una fede e soprattutto una dignità storica .Lo faremo all’interno di un contesto fino a quando nella società in cui viviamo continua a primeggiare qualunquismo, affarismo, nepotismo, clientela,  servaggio .Lo faremo perché questo è sempre stato e DEVE  essere il nostro ruolo.Che non è quello degli altri anche se con questi “altri” abbiamo fatto o possiamo sempre fare , con assoluta lealtà, insieme un percorso più o meno breve su cose condivise.Ma avremo, come sempre abbiamo avuto,  massimo rispetto nei confronti di quegli amministratori a diverso titolo, o esponenti politici, o rappresentanti delle istituzioni che vorranno, come noi, dare un contributo serio e dignitoso alla crescita della città, ma che sono li’  non certo a gestire la cosa pubblica “per conto terzi”, a  prendere ordini da qualcuno , a subordinarsi ai cialtroni  o agli affaristi di turno. Li’  con lo scopo di far crescere la nostra  città e non certo a sostegno di gruppi o camarille .Nei confronti dei primi continueremo ad essere inflessibili e dei secondi ,come si suole dire,noi leveremo “tanto di cappello”.
Dunque in questo post non parleremo di Zone Franche Urbane ,non certo perché non ne valga la pena. Almeno fino ad oggi  la ZFU si manifesta da un lato come una straordinaria opportunità per le imprese ma dall’altro come una vera “porcheria politica .E non bisogna dimenticare  che come nella storia di Pinocchio, Saro e Salvo novelli gatto e  volpe ,si presentarono per buggerare gli elettori e su cui Lo Biundo imperniò buona parte della sua campagna elettorale insieme ai mille posti della Policentro e i 40 dell’azienda SORMEC di Alcamo sbandierati in maniera ossessiva attraverso la pubblicità televisiva  .Dunque non parleremo di ZFU perché l’hanno fatto anche altri e lo ha fatto in maniera ECCELLENTE Gianluca Ricupati( è stato Gianluca a raccogliere pazientemente tutta la INOPPUGNABILE  documentazione relativa alla vicenda inchiodandoli alla VERITA')  ma perché ne abbiamo scritto già noi il 28 aprile u.s. NEL SILENZIO DI TUTTI . E lo facciamo non certo per accontentare il non giustificato risentimento di Vito D’Amico e di Mimmo Provenzano che si lamentavano del fatto “che nessuno di quelli che ne parlano oggi, ne aveva parlato ieri  per cui è facile e comodo criticare “. Noi ne abbiamo parlato.Bastava soltanto operare una verifica su  quel da noi scritto per evitare una facile  anche se  efficace quanto fasulla  propaganda fondata sul nulla.  Il fatto è che questi amici manifestano SEMPRE CERTEZZE  e che gli altri , secondo il loro  punto di vista, si oppongono solo per pregiudizio . Il che,naturalmente, non risponde a verità .Cosi' é stato per la fumosa Policentro, cosi' per la cosiddetta delocalizzazione della distilleria .Semmai  gli si pone un problema : anche loro sono state vittime ( vogliamo pensare, vittime inconsapevoli) delle vecchie, putride logiche che si fondano sulle promesse elettorali degli altri E i questo caso gli “altri” sono i loro nuovi referenti ,Crocetta e Lumia che ,ultimo,parla sempre di mafia con la stessa intensità ,convincimento e foga come noi quando dissertiamo sulle esplorazioni oceaniche .D’altronde ,cari amici, quando l’azione politica si regge solo e soltanto nel sostenere il potente di turno e soltanto per interesse e non certo per passione e convincimento ideale , capita anche questo. A Crocetta, nel suo delirio di onnipotenza a Partinico importava sponsorizzare chi si è era repentinamente convertito ( o finto ) alla sua “rivoluzione”. Gli interessava  Lo Biundo( il  quale , si dice, non è capace mai dire di NO soprattutto a quanti lo abbagliano con la luce del “Potere”) come  ex forconcini,allieve di giovani avanguardisti ,dirigenti in carriera ed ex di tanti travagliati percorsi .A Crocetta e Lumia interessava far nascere ,a Partinico come altrove ,il Megafono e cio’ indipendentemente dal fatto che dentro potessero albergare persone per bene oppure il cosiddetto rituffo della politica .Perché i due ed il loro ambizioso ma cinico quanto tragico ,per la Sicilia ,progetto politico possono esistere solo in ragione dell’esistenza di un PD che è tutto ed anche il suo contrario .Quantomeno sul piano regionale e nazionale .Il Crocetta accoglie tutti purché funzionali al sostegno di un “progetto” (sic!) che di politico non ha nulla ma di trasformistico sicuramente tantissimo .Siatene certi, il Presidente della Regione ,quanto prima, finirà come finirono Cuffaro e Lombardo che fondavano il loro effimero potere sul sostegno di una marea di riciclati pronti alla prostituzione pur di mantenere vantaggi e privilegi. Ma costoro sono anche pronti al tradimento se il padrone di turno cade in disgrazia. Quanti osannatori di Cuffaro, Lombardo, Micciché,Musumeci si sono ,oggi, trasferiti sul carro di Crocetta e Lumia ? Qualche nome:  Gli onorevoli Leanza, Di Pasquale, Lentini, Nicotra, Ruggirello,Savona, Tamajo ,Lo Giudice ,Picciolo,Forzese ed altri ancora ,tutti eletti in altre liste che si presentarono contro Crocetta ed ora con lui spartinu 'u porcu 
Dunque in aprile abbiamo scritto della fumosità della  ZFU . Ne riparleremo quando la questione potrà trovare, se la troverà una sua efficace conclusione per la nostra Comunità. Cosi’ come diremo di altre questioni. Ne anticipiamo ,intanto,una: COME SI PERDE UNA CAUSA A CAUSA DELLA IGNORANZA, ARROGANZA E PRESUNZIONE. DEGLI AMMINISTRATORI DI PARTINICO .Un caso concreto che,però,  ha sprecato pubblico denaro a tinchité per tribunali, avvocati e rimborsi . Ve ne parleremo in questi giorni, se avrete ancora la bontà di seguirci .

Toti Costanzo

Nessun commento: