Video

Loading...

mercoledì 29 aprile 2009

CONSIGLIERE DI TRAPANI: E L'INDECENZA SAI E' COME IL......

INDECENTE ,per il Treves, significa : INDECOROSO,SPUDORATO, SCONVENIENTE .E indecenti sono tutti coloro i quali esercitano l’indecenza nella loro vita quotidiana,nella loro attività, -qualunque essa sia o professionale o politica,- senza provare vergogna alcuna . Dunque ,ad esempio in politica , per me indecenti sono coloro i quali (come ho scritto in un post precedente) non si sono dimessi dai loro incarichi quando hanno saputo del loro inserimento nelle liste per le elezioni europee .Ed hanno continuato a svolgere la loro attività mantenendo un presidio di potere pur sapendo che si trattava di una spudorata azione nei confronti di quanti ,per ragioni diverse, hanno avuto o avranno bisogno di costoro. Ma l’indecenza , la spudoratezza, la sconvenienza si accompagno sempre con l’arroganza per cui l’indecente è anche un arrogante cioè una persona che usa il potere contro qualcuno. Indecente é il ruolo che ha avuto quale Sindaco di Bologna ,eletto anche con i voti del mio Partito ,l'ex sindacalista, comunista pentito, Cofferati che dopo avere calpestato qualunque forma di democrazia all'interno del Comune ,ovviamente non ha avuto più il coraggio di ripresentarsi al giudizio dei bolognesi preferendo riparsi sotto la protezione del PD per andare a Bruxelles e dopo essere stato condannato per COMPORTAMENTO ANTISINDACALE nei confronti di dipendenti comunali. Indecenti sono alcuni provvedimenti del Governo Lombardo per avere pensato di distribuire pensioni d'oro ai dipendenti regionali , nominare nuovi e costosi dirigenti nel settore della sanità, non ridurre di una sola lira le spese della politica, aumentare stipendi e premi ai funzionari dell'ARS .Indecente Veltroni, ad esempio, che non ebbe limiti quando teorizzò “il voto utile” che doveva servire ( come poi servi’) quale specchio per le allodole e convincere l’elettorato ,quello genericamente di sinistra ,che per battere Berlusconi bisognava votare per il Partito Democratico.Funzionò al punto che la Sinistra italiana non entrò nel Parlamento con grave danno non solo per milioni di italiani privi di una rappresentanza istituzionale ma soprattutto per la nostra Democrazia.E il democristiano Franceschini , poteva essere secondo ad un ex comunista pentito? Si accorda con Berlusconi e in un gioco delle parti continua a teorizzare quel voto utile che per il Parlamento italiano funzionò e che dovrebbe,nelle sue intenzioni, funzionare anche ora per le europee. Infatti ,costruiscono lo sbarramento al 4% e, ancora insieme, sostengono l’indecente referendum per cui se si dovesse raggiungere il quorum e vincere il SI, dopo più di mezzo secolo di potere democristiano, avremmo per altrettanti anni quello berlusconiano . Ovviamente l'illusione e la presunzione del democristiano é che ad avere un voto in più del PdL dovrebbe essere il PD
Ma c’è ,tuttavia,un indecenza più terra terra,più a portata di mano ,più nostrana. Se si volesse fare qualche esempio senza andare lontani (Montelepre) potrei citare l’attuale Sindaco che negli ultimi due mesi di Governo della città si è lanciato ad inaugurare , a marce forzate, strade, impianti sportivi, intitolare vie,bullonare targhe marmoree in ricordo. Oppure (Terrasini) fare accordi elettorali ,ad esempio, con Rifondazione Comunista, Verdi e Partito Umanista che sostengono una lista di “sinistra” ,eleggono un consigliere portano quei voti necessari per eleggere il Sindaco e poi costui non solo tradisce gli accordi ma straccia il Programma nel quale si scriveva che l’acqua è un bene pubblico e non può essere privatizzata. Per meschini calcoli ,piuttosto che opporsi come hanno fatto decine e decine di Sindaci in Sicilia ( la stragrande maggioranza di centro destra!) ,consegna gli impianti all’APS tradendo la fiducia dei Partiti che lo hanno sostenuto e soprattutto quella dei suoi concittadini che l’hanno eletto. Gli esempi di indecenza locale si potrebbero sprecare. Cosa dire, ad esempio, del Sindaco di Borgetto che in una recente,lunga intervista a Tele Jato parlò di tanto ma non pronunciò mai la parola "mafia"?E del Sindaco di Piana degli Albanesi che vorrebbe privatizzare il Cimitero?
Ad ogni buon conto mi sono riservato per ultimo l’indecenza ultima del consigliere comunale Renzo Di Trapani:per sferrare un attacco all’Assessore Bartolo Parrino, ieri sera in Consiglio, si voleva servire del nostro Partito tirando fuori e falsando i fatti, la cerimonia del 25 Aprile Festa della Liberazione alla quale abbiamo partecipato come Partito con una nostra rappresentanza e la collocazione di una nostra corona ,sostenendo l’insostenibile e cioè che l’Assessore Parrino avrebbe manifestato dissenso per la nostra presenza. Ovviamente si tratta di un falso tenuto conto che l’Assessore aveva invitato ufficialmente Rifondazione Comunista ,anche attraverso la signorina Benina Santoro , alla partecipazione . La verità è quella rappresentata dall’Assessore e da Tele Jato: quando Mimmo Neri e Gianluca Ricupati portarono ,accompagnati dal sottoscritto e dal Sindaco ,la nostra corona ponendola accanto a quella del Comune, il democristiano ed ancora indomito ma disperato e ferocemente anticomunista Renzo Di Trapani, ovviamente sconvolto dalla nostra presenza , lasciava la cerimonia e velocemente imboccava via Roma dileguandosi nel Nulla.Avete capito perché Peppe Motisi durò, quale Sindaco, lo spazio di un mattino?
Toti Costanzo


Nessun commento: