Video

Loading...

venerdì 15 agosto 2008

>>>LETTERA APERTA, PIUTTOSTO LUNGA A BALDO,LORENZO, CHIARA MENTE OVVEROSSIA CASSIANO E AD ERCOLANO

CARISSIMI BALDO, LORENZO, CHIARA MENTE-CASSANO, ERCOLANO
vi dico subito che leggo sempre quanto viene scritto sul blog LIBERA MENTE così come su altri siti e ciò al fine di avere la possibilità di seguire i tanti itinerari informativi che nascono soprattutto nel nostro territorio. In questi siti trovo argomenti su cui riflettere, meditare, apprendere ed anche sorridere. Un esercizio, la lettura delle cose altrui, che mi permetto di consigliare a tanti, soprattutto a voi che sicuramente siete giovani e che, presumo, avete tanta voglia del "fare politica". Sono sicuro che siete tra quelli che si autodefiniscono, con una suggestiva parola, "NUOVI".
C'é, però, una cosa imperdonabile e cioé che vi nascondete dietro l'anonimato che, va detto ad onor del vero, quando non é offensivo é assolutamente lecito ma, al contrario, é come se si inviasse "una lettera anonima" , una pratica che affonda le sue radici nella cultura tribale (si potrebbe con una forzatura dire "alla partinicota") che significa operare non con lo scopo d'informare quanto di colpire e ferire. E, questo, certamente al NUOVO non fà onore.
Ma, devo dire, che i vostri rilievi sono assolutamente leciti e dunque quel che detto sopra non é cosa che vi possa riguardare. Tuttavia penso che sia importante conoscere la storia, il pensiero degli altri, quando questi sono soggetti conosciuti perché si possano esprimere giudizi compiuti, equilibrati, oggettivi. Mai giudicare gli altri per "sentito dire", per pregiudizio o, ancor peggio, per isteria anticomunista, malattia che quando si manifesta in forma grave rappresenta un pericolo per la salute intellettuale di chi l'anticomunismo coltiva e professa, non é certo cosa buona e giusta.
Seguo, dunque, questi percorsi informativi non solo per ragioni cosiddette "politiche" ma in quanto é DOVERE di ogni dirigente e militante comunista, conoscere ed operare. E, dunque, Toti Costanzo non può "imporsi la quarantena dal Palazzo e dal blog" (come auspica CHIARA MENTE ovverossia CASSIANO) e meno che mai pensare di "ENTRARE NEL PERIODO SABATICO" che certamente interesserà e ha interessato Elio Chimenti cui fa riferimento il nostro amico e che, molto probabilmente, potrebbe essere stato un suo "maestro politico". Il fatto é che Chimenti, a parere mio, questa Società non intende cambiarla ma "dominarla" e, dunque, questa può anche non subire alcuna modificazione essendo, l'assenza, abbondantemente giustificata. Noi comunisti, al contrario, appunto perché la Società intendiamo trasformarla, umanizzarla abbiamo necessità d'essere costantemente presenti ed attivi. Presunzione? Pensatela come volete.
Per cui, caro LORENZO, a tutto pensiamo e penso, tranne che abbandonare il campo della lotta politica, anche per un solo minuto, e meno che mai, come tu scrivi, "per una specie di autopunizione per una scelta scellerata".
La scelta scellerata sarebbe, a parere tuo, ma anche di altri in verità, che Rifondazione e dunque Nanni Noto, Toti Costanzo, Franca Tranchina, Ottavio Puleo, Roberto Simonte, Giacomo Minore e tanti altri compagni avrebbero votato, alle comunali, non per "il meglio" ma per "il principe delle illegalità e cioé "il peggio". Ovviamente resta da chiarire chi era il Migliore e chi il Peggiore tra i due contendenti visto che poi ERCOLANO sostiene, il 12 agosto, che Rifondazione avrebbe votato per Giugio che lui definisce "come il peggiore dei mali".
La domanda, allora, sorge spontanea: dunque se il male peggiore é Giugio, allora Lo Biundo sarebbe sempre MALE, seppur minore? Ovviamente io non penso che il male abbia una gradazione come gli alcolici. Il Male é Male, punto e basta! Ad ogni buon conto noi comunisti non definiamo l'azione politico-amministrativa, o i soggetti che la interpretano, come BENE o come MALE ma se UTILI O DANNOSI per i cittadini ed i lavoratori, la Società in genere.
Per cui carissimi amici che attraverso Libera Mente vi occupate dei comunisti, vi dovete convincere, vi piaccia oppure no, che non ci si libera di noi, eventualmente, con qualche invettiva, le illazioni o quant'altro. Ci vuole ben altro in quanto consapevoli "del ruolo storico" che abbiamo nella Società.
Dunque, dicevo della nascita di strumenti d'informazione libera e del dialogo come il blog Libera Mente proposto al nostro territorio e ormai alcuni anni, da una felicissima intuizione di Angelo e Walter cui va il merito d'avere fatto comprendere la forza dei nuovi mezzi che scienza e tecnica mettono a nostra disposizione. Io, in verità e non mi vergogno ad ammetterlo, prima d'allora sconoscevo addirittura l'esistenza di internet e delle sue tantissime prerogative e noi comunisti, molto probabilmente, senza quell'imput non avremmo fatto nascere i nostri siti. Eppure, nel tempo i comunisti a Partinico avevano sempre dato vita a strumenti d'informazione alternativa: dalla stampa di Partito, ai vari Giornali, alla radio Onda Libera a Tele Jato. A tal proposito saluto con grande interesse il blog di Giuseppe Casarrubea che mette a disposizione la sua storia, le sue ricerche, il frutto di un lavoro intellettuale che dura da alcuni decenni.
Dunque, nel giorno di questo caldo Ferragosto scrivo (ma lo faccio ben volentieri) a BALDO, CHIARAMENTE ovverossia CASSIANO, LORENZO, ERCOLANO in quanto spinto, soprattutto da BALDO la cui veemenza letteraria mi ricorda quella verbale di tal Avvocato Zizì, noto alla mia generazione.
L'8 di agosto, infatti, Baldo ci definisce quali "fannulloni" mutuando una infelice definizione del simpaticissimo Ministro Renato Brunetta. ERCOLANO, poi, ha disquisito sulle "informazioni di prima mano" che avrebbe avuto e con le quali ci inchiodava in quanto, nel segreto dell'urna e dopo un "passaparola", al ballottagio Rifondazione avrebbe fatto votare Giugio perché si era occupato di sistemare parenti di Nanni mentre, direttamente dalla viva voce del Vice Presidente del Consiglio, era risaputo che "la germana" Franca .... E il compagno Toti? Siccome, sostiene Perira-Ercolano "non c'é due senza tre..." allora é ovvio che anche Toti...
Devo ammettere che I NUOVI giovani della politica locale in quanto a malizia potrebbero dare punti ai vecchi cattivi maestri i quali avevano, e forse ancora hanno, un gravissimo difetto: pensare che nessuno li avrebbe mai potuto superare. Ovviamente si sbagliavano. Per eccesso di presunzione.
Dunque, resta il tragico interrogativo: per chi ha fatto votare al ballottaggio Rifondazione Comunista? Onestamente non mi sento di lanciare un Referendum popolare su questi temi che, penso, non interessano nessuno. Anche perché, a proposito di Referendum, ci pensa Tonino Di Pietro a Roma e sicuramente Francesco Alotta a Partinico.
Vostro devoto Toti Costanzo

Nessun commento: