Video

Loading...

domenica 16 giugno 2013

MI ERO POLITICAMENTE "INNAMORATO" DI DIEGO CAMPIONE


Perché non ammetterlo? Mi ero “innamorato” ,politicamente parlando, di Diego Campione . Il perché non è difficile. Durante le trasmissioni televisive era l’unico ,tra i candidati ,a definirsi “coordinatore” e non sindaco ed era l’unico che presentava , quali eventuali assessori, tre giovani professionisti che ,come ho scritto, hanno impressionato per competenza .Michele Galati è un giovane docente animatore del Cortile dei Gentili voluto da Monsignor Salvia quale luogo d’incontro tra persone di provenienza culturale politica assai diversa e lo fa con impegno , uno stile assai sobrio, una  indiscutibile  competenza  .E’ sicuramente un giovane aperto e non bigotto ,non certo uno di quei “surci di sacristia” come si diceva una volta allevati in parrocchia a pane ed anticomunismo di cui ancora , purtroppo, esistono esemplari in continuo servizio permanente ed ancora alla corte di certi tromboni della prima repubblica che  imperversano e pontificano e da cui attingono linfa e veleno..L’ingegnere Salvatore Zaami ha le idee abbastanza chiare sulla problematica dei rifiuti. Sarebbe stato sicuramente un ottimo assessore  A proposito: avete osservato che da quando è iniziata la campagna elettorale i cassonetti vengono quasi regolarmente ripuliti? Ma come ? Prima a munnizza a tinchité perché ,diceva il presidente-liquidatore-oragaloppino non c’erano soldi  e si piangeva miseria ed ora, come nelle favole ,arriva ‘a sardella e tutto fila liscio?. E se per caso Lo Biundo non sarà più sindaco?Vedrete come d’incanto ricomparire i cassonetti all’interno della città ,ora misteriosamente scomparsi, e il nuovo sindaco si troverà con le immondizie fino alla gola.  Dimenticavo di dire che proprio ieri un gruppo di operai ,non sappiamo al servizio di chi (non erano dipendenti comunali), attrezzati di decespugliatori discerbavano lungo le vie di un  quartieri cittadino .Cosa da non crederci!Infine Devis Zangara. Zangara è un architetto il quale ,unico tra i tanti tecnici della città , riproponeva esattamente quel che proponevo da consigliere comunale comunista negli anni ’70. Partinico-sostenevo-deve espandersi verso il mare e non certo a sud come stava accadendo compromettendo irrimediabilmente anche le ricche falde che alimentavano soprattutto le sorgenti del “Lago” .E si espandeva a sud per una semplicissima ragione: consentire le lottizzazioni abusive su terreni di proprietà di famiglie politicamente legate alla DC e alla mafia di Partinico che quei terreni possedevano proprio in quelle zone della città .Con l’aggiunta che si edificava addirittura nella zona pedemontna della Collina Cesarò oltre che lungo  l’asse Partinico-Montelepre. A nord la DC ed i suoi alleati consentivano,fin dal 1975 ,la smisurata espansione della distilleria Bertolino che rappresentava un vero e proprio deterrente, un “tappo”  per una eventuale espansione verso il mare che era il naturale sviluppo urbanistico della città . Cosi’invece dice giustamente Zangara , accadeva ad Alcamo e a Carini  con un nucleo abitativo ,storico, a monte ed il nuovo a valle verso nord creando le condizioni anche  per uno sviluppo turistico legato alla risorsa mare . Siamo ancora in tempo? Zangara dice ,giustamente, di si’  e lo spiego con sufficienti argomenti ,ed io concordo .E  lo ha spiegato con appositi pannelli esplicativi in tivvù ed anche sul palco di piazza in Piazza Duomo nella occasione dei comizi elettorali.
Ma poi si va al voto. Al ballottaggio vanno Lo Biundo e Bonni’. E Diego Campione che fa? Fa un accordo con Lo Biundo ( lo si era capito durante la campagna elettorale seppur per sue legittime ragioni ) ma quel che più mi ha “rammaricato” (come suole dire Lo Biundo in interviste televisive  ) invece di proporre quale assessore uno dei suoi tre giovani , che fa ? Si propone lui stesso medesimo , come direbbe Totò, per cui alla fine Diego non sarà sindaco ,neppure coordinatore ma probabilmente potrebbe diventare assessore di Lo Biundo insieme ai soliti noti Pantaleo e D’Amico e le news entry del dottore Provenzano e dell’avvocato Denaro .Ovviamente in quel momento il mio “innamoramento” svani’ e si sciolse come neve al sole.
E il candidato sindaco “Direttore sarò sindaco” che fine ha fatto ? Segue il solito ,vecchio copione . Ieri portò in dote quale assessore a Lo Biundo la dottoressa Antonella Lo Porto,( in corso d’opera la sostitui’ con il germano poi cacciatoda Lo Biundo malamente ed in maniera indecorosa) ,poi si candidò a sindaco al grido di “vendetta, vendetta tremenda vendetta “(Rigoletto atto terzo) contro il nostro giovane arrampicatore che aveva umiliato  Mimmo  ed ora ,come gli assassini nei gialli di  Aghata Cristie , ritorna sul luogo del delitto e che fa? Porta in dote ancora una volta una giovane donna  dal nome accattivante e romantico qual’è quello di Silvia . “Silvia rimembri ancor quel tempo… “
A giorni andremo al ballottaggio . E’ un’occasione per liberare la città da una “politica” costruita sugli interessi di potenti lobby economiche ,su quelli clientelari più terra terra di ristrettissimi gruppi, sulle mistificazioni del tipo “difesa della legalità e contro la mafia” . Un’occasione da non perdere per la nostra città anche se all’orizzonte salgono, comunque,  nere nubi che non lasciano presagire  niente di buono .
Toti Costanzo

  

Nessun commento: